IL PROGETTO

Vincitore di un bando internazionale, il progetto per la citta dello sport di Santiago Calatrava, nasce dalla promozione dell’amministrazione comunale di Roma Capitale per rivitalizzare la periferia di Roma attraverso la costruzione di nuove attrezzature e di nuove architetture a servizio pubblico.

La Città dello Sport è l’ambizioso progetto proposto per la candidatura della città di Roma alle Olimpiadi del 2024 e nasce dall’esigenza di ospitare attività sportive di molteplice tipologia.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Santiago Calatrava

Il masterplan di Santiago Calatrava è concepito come una passeggiata attraverso grandi edifici dalle superfici curve che collega due poli del quartiere di Tor Vergata, servendo così le residenze e il polo universitario dell’ateneo Uniroma2, omonimo del quartiere.

Il progetto prevede una passerella che si solleva dal terreno accompagnando i visitatori all’atrio d’accesso a quota +8 metri al suolo. L’atrio è situato nella zona interstiziale dei due volumi emergenti e permette al visitatore di partecipare alle attività dei due ambiti distinti. Il solaio in quota è sorretto da una struttura in cemento armato a doppie arcate, con l’arco ribassato principale di luce 124 metri. Al di sotto della passerella esterna, uno specchio d’acqua permetterà il riflesso della struttura.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Santiago Calatrava

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Santiago Calatrava

Le due forme iperboliche specchiate, definite “vele” dal progettista, sono costruite mediante delle strutture reticolari geodetiche in acciaio che posano il loro peso su dei setti di fondazione posti a raggera dai fuochi dell’ellisse di base.

I due padiglioni andranno ad ospitare due funzioni diverse dedicate a diversi tipo di attività sportiva, uno dedicato agli sport acquatici con piscina olimpionica e vasca per tuffo e nuoto sincronizzato, l’altro che ospiterà uno spazio polivalente occupando la funzione di palasport. Gli edifici sono funzionalmente indipendenti e permettono il susseguirsi di diverse attività sportive simultaneamente.

A completamento delle funzioni sportive del complesso, una prima proposta di progetto ha previsto il posizionamento di una piscina olimpionica all’aperto e una pista per atletica.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Santiago Calatrava

 

L’INCHIESTA

I lavori di costruzione iniziarono nel 2005 e furono affidati alla società Caltagirone, già nota per lavori pubblici di rilevo durante il Giubileo del 2000. Da quel momento in poi il cantiere iniziò a prendere forma e a subire continui cambi di società appaltatrici, che portano modifiche nel progetto e conseguenti ritardi. Uno sviluppo notevole arrivò con l’assegnazione dei Mondiali di Nuoto del 2009 alla citta di Roma, la cui amministrazione assegnò i lavori di costruzione della Città dello Sport ad una nuova società, la Vianini Lavori.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin

Il nuovo appaltatore prese l’incarico di continuazione del cantiere e si occupò di prevedere all’arrivo dei materiali da costruzione necessari per i lavori. Il costo dell’opera aumentò di 60 milioni di euro rispetto al computo iniziale e il sogno di terminare i lavori per i Mondiali del 2009 svanì. I mondiali di Nuoto furono assegnati all’area del Foro Italico, già dotata degli impianti necessari che andavano solo restaurati, e il cantiere della Città dello Sport rimase in stallo.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Valerio Rennola

Le società appaltatrici che susseguirono, continuarono i lavori mettendo in sicurezza l’area. Ormai i costi di costruzioni hanno toccato i 200 milioni di euro che non bastarono per il completamento del progetto. Gli imprenditori proposero di utilizzare la struttura per la candidatura alle Olimpiadi di Roma del 2024 con la speranza di ricevere nuovi fondi.  Proposta bocciata dal governo Monti durante la crisi economica nazionale, con la conseguenza di una nuova chiusura del cantiere.

La Città dello Sport di Santiago Calatrava rimane così abbandonata a se stessa e custodita da vigilanti e amministratori della società di gestione fino ad oggi.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©Valerio Rennola

 

LO STATO ATTUALE

Il cantiere della Città dello Sport, in stallo ormai dal 2012, ha raggiunto il 40% del suo completamento. Le strutture di fondazione e l’elevamento in cemento armato è stato completato fino al solaio della quota superiore. Una delle due vele è coperta dalla struttura in acciaio geodetica e al suo interno gli spalti e i collegamenti verticali sono strutturalmente completati, mentre sono già predisposti gli scavi per le vasche delle piscine. Nella vela del Palasport sono state parzialmente completate le opere in cemento armato strutturali, compresi i setti a sostegno degli spalti e l’impianto a terra per i campi sportivi.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin

Uno scheletro abbandonato a se stesso, che subisce ogni giorno degenerazione e degrado delle parti costruite. Se abbandonata, negli anni potrà riscontare gravi danni strutturali data l’azione delle intemperie ai ferri d’armature scoperti e alle giunzioni non saldate.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin

 

UNA NUOVA PROPOSTA

Negli anni il progetto della Città dello sport ha richiamato l’interesse dei media e dell’opinione pubblica, nonché la curiosità del mondo architettonico sugli sviluppi del progetto di Santiago Calatrava, il quale ha dichiarato di non voler proseguire una collaborazione con l’amministrazione comunale di Roma, con particolar riferimento alla giunta comunale di Marino.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin

Il progettista iberico ha però mantenuto contatto con l’Università degli studi di Tor Vergata, la quale ha recentemente proposto allo stesso Calatrava una nuova distribuzione delle funzioni da dedicare alle attività universitarie.

Lo studio Calatrava ha lavorato alla nuova proposta con interesse e studiando un piano di fattibilità e costi. Il progetto consisterebbe nella creazione di un nuovo polo universitario dedicato alle Scienze naturali con la costruzione di aule didattiche e laboratori.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin

Intento dell’ateneo è utilizzare la vela costruita completando le parti mancanti e inserendo al suo interno un orto botanico con differenti sottostrutture a servizio dei visitatori.

L’attesa di fondi europei per il nuovo progetto porta speranza agli abitanti e agli addetti ai lavori di ultimare la costruzione nel prossimo futuro e renderla accessibile ai cittadini, legittimi proprietari dell’opera pubblica.

Città dello Spot di Roma Tor Vergata. Progetto Santiago Calatrava. Photo Credit: ©george__franklin