Il premio va ad edifici votati da oltre 100.000 lettori del sito web. Sono 15, tra migliaglia di progetti presenti su ArchDaily, le opere migliori costruite nel 2017. Gli edifici vincitori rappresentano il valore della missione del sito: ispirazione, conoscenza e strumenti per gli architetti di tutto il mondo. La competizione non sarebbe possibile senza l’aiuto di grandi firme dell’architettura, che contribuiscono alla pubblicazione dei progetti in ArchDaily.

ADGlobal_BOTY2018_Winners

© ArchDaily

1. Migliori prodotti applicati: CaixaForum Sevilla / Vàzquez Consuegra

Museum Caixa Forum Seville

CaixaForum Sevilla, Guillemo Vazquez Consuegra architect | Siviglia (Spagna) | © Jesus Granada

Per il vigoroso e scultoreo centro culturale sono stati utlizzati pannelli in schiuma di acciaio per il rivestimento delle facciate. Questi conferiscono lucentezza e leggerezza al volume che, privato di sostanza tramite lo scavo di alcune parti, sembra poggiarsi delicatamente sul terreno.

2. Architettura commerciale: Apple Store Michigan Avenue, Chicago / Foster + Partners

Apple_Store_Chicago_Foster_Partners_NigelYoung1

Apple Store, Foster + Partners | Chicago (USA) © Foster + Partners

Una grossa copertura rivestita in legno nell’intradosso copre lo spazio ricavato da un dislivello urbano. La struttura portante è esile e non esistono paramenti verticali opachi. Un edificio così trasparente da rispecchiare la filosofia della società committente.

3. Architettura culturale: Zeitz Museum of Contemporary Art Africa / Heatherwick Studio

ZeitzMOCAA_HeatherwickStudio_IwanBaan1

Zeitz MOCAA, Heatherwick Studio | Città del Capo (Sudafrica) © Iwan Baan

L’edificio è la somma di due volumi sproporzionati in altezza. Quello più basso è pieno e composto da una regolare struttura di elementi cilindrici cavi e ulteriormente scavati. Il secondo, alto il doppio del primo, è metà pieno e metà in vetro con una struttura visibile modulare.

4. Architettura scolastica: Children Village / Rosenbaum + Aleph Zero

Children_Village_Rosenbaum_Aleph_Zero_Leonardo_Finotti1

Children Village, Rosenbaum + Aleph Zero | Brasile © Leonardo Finotti

Aule e alloggi sono inclusi in volumi disposti a corte sotto una leggerissima copertura in legno. L’uso di materiali naturali come il legno e il laterizio permettono all’edificio di trasferire la giusta sensazione di comfort e familiarità.

5. Architettura ospedaliera: Santa Fe de Bogotá Foundation / El Equipo de Mazzanti

antaFedeBogotáFoundation_ElEquipodeMazzanti_AlejadroArango1

Santa Fe de Bogotà Foundation, El Equipo de Mazzanti | Bogotà (Colombia) © Alejandro Arango

L’involucro è rivestisto da mattoni posati a secco su una sottostruttura metallica. La varietà nella disposizione dei laterizi dona movimento alla facciata dell’edificio, che si presenta come un cubo poggiato su una piazza rialzata e sorretto da una base in struttura reticolare. Il colore dei mattoni permette all’edificio, che per forma si discosta dal contesto, di omologarsi comunque con il tessuto urbano.

6. Architettura d’ospitalità: KOI Cafe / Farming Architects

KOI_Cafe_FarmingArchitects_NguyenThaiThach3

KOI Cafe, Farming Architects | Vietnam © Nguyen Thai Thach

L’espansione di questo vecchio cafè prevede l’installazione di un acquario di carpe KOI connesso su più livelli. Il nuovo intervento è caratterizzato dalla facciata visibilmente permeabile in coppi di laterizio rosso, che richiamano le squame del sacro pesce. L’ambiente interno è in legno e di stile contemporaneo.

7. Case: Optical Glass House / Hiroshi Nakamura & NAP

OpticalGlassHouse_HiroshiNakamura_NAP_KojiFuji_Nacasa_PartnersInc1

Optical Glass House, Hiroshi Nakamura & NAP | Hiroshima (Giappone) © Koji Fuji / Nacasa and Partners Inc.

Una facciata di vetro e un giardino verticale si interpongono tra la casa e la strada percorsa da molte macchine e mezzi pubblici. Immersa tra edifici molto più alti, è dotata di doppia esposizione e gode della ventilazione grazie all’effetto serra causato dalla facciata in vetro. Da tutte le stanze è possibile vedere la cascata e il giardino verticale all’interno.

8. Housing: Huangshan Mountain Village / MAD Architects

HuangshanMountainVillage_MAD_FernandoGuerra

Huangshan Mountain Village, MAD Architects | Huahgshan National Park (China) © Fernando Guerra

Gli edifici sono disposti seguendo la topografia dell’area e, grazie al loro aspetto organico e l’uso di materiali locali, riescono ad inserirsi nel parco nazionale di Huangshan (patrimonio dell’UNESCO). L’intervento non risulta massivo, nonostante siano stati costruiti ben 10 edifici di dimensioni considerevoli.

 9. Architettura industriale: Herdade Of Freixo Winery / Frederico Valsassina Arquitectos

HerdadeOfFreixoWinery_FredericoValsassinaArquitectos_FernandoGuerra1

Herdade of Freixo Winery, Frederico Valsassina Arquitectos | Redondo (Portogallo) © Fernando Guerra

L’edificio è una cantina ipogea caratterizzata dalla presenza di una maestosa rampa elicoidale e invisibile dall’esterno perché coperta dal terreno coltivato a vigneto. Gli spazi interni sembrano tutti ricavati dall’estrusione di forme geometriche semplici.

10. Architettura d’interni: Nike New York Headquarters / WSDIA | WeShouldDoItAll + STUDIOS Architecture

NikeNewYorkHeadquarters_WeShouldDoItAll_STUDIOS_Architecture_Floto_Warner1

Nike New York Headquarters, WeShouldDoItAll + STUDIOS Architecture | New York (USA) © Floto + Warner

Lo spazio, di sei piani per un totale di 45.000 mq, comprende un enorme campo da basket al coperto, aree di lavoro flessibili, spazi VIP, per allenamento e una terrazza panoramica. L’ambiente, di parvenza industriale, riesce ad essere elegante e neutrale, ma allo stesso tempo dinamico, vibrante e sensazionale.

11. Uffici: RIJNSTRAAT 8 / Ellen van Loon / OMA

Rijnstraat_OMA_DelfinoSistoLegnani_and_MarcoCappelletti

Rijnstraat, OMA, Ellen Van Loon | Den Haag © Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti

La trasformazione dell’edificio per uffici Rijnstraat 8 è la prima implementazione su vasta scala della nuova strategia immobiliare del governo olandese che mira a ridurre gli immobili di sua proprietà. I privati sono così coinvolti nella progettazione, costruzione e finanziamento di spazi per uffici governativi e nel mantenimento e gestione dell’approvvigionamento energetico dell’edificio, di cui sono responsabili per la durata di 25 anni.

12. Architettura pubblica: Zaryadye Park / Diller Scofidio + Renfro

ZaryadyePark_DillerScofidio_Refro_Iwan_Baan1

Zaryadye Park, Diller Scofidio + Renfro | Mosca (Russia) © Iwan Baan

Zaryadye Park è al tempo stesso parco, piazza urbana, spazio sociale, culturale e ricreativo. Per raggiungere questa simultaneità, i paesaggi naturali sono sovrapposti agli ambienti costruiti, creando una serie di scontri elementali tra natura e artificio, urbano e rurale, interno ed esterno.

13. Architettura religiosa: Waterside Buddist Shrine / ARCHSTUDIO

Waterside Buddist Shrine, ARCHSTUDIO | Hebei (China) © ARCHSTUDIO

Luogo di culto ipogeo, costruito nel paesaggio naturale. La struttura, in calcestruzzo armato a vista, rende possibile la progettazione di spazi totalmente aperte e dalla forme organiche. Tagli di luce sul soffitto rendono possibile l’illuminazione del Buddha nelle ore diurne.

14. Piccole architetture: 100 Classrooms for Refugee Children / Emergency Architecture & Human Rights

SchoolforRefugeeChildren_EAHR_MartinaRubino1

School for Refugee Children, Emergency Architecture & Human Rights | Zaatari Village (Giordania) © Martina Rubino

La guerra civile siriana ha tolto casa a milioni di persone; la maggior parte di loro sono bambini, la maggior parte di loro non riceve un’istruzione a causa della mancanza di scuole. La costruzione è ispirata alla Grande Moschea di Djenné, all’architettura tradizionale Maliana e alle strutture abitative vernacolari della Siria originarie di Aleppo e Homs, da cui provengono molti dei rifugiati.

15. Architettura sportiva: Gymnasium of New Campus of Tianjin University / Atelier Li Xinggang

GymnasiumOfTianjinUniversity_AtelierLiXinggang_HaitingSun1

Gymnasium of Tianjin University, Atelier Li Xinggang | Tianjin Shi (China) © Haiting Sun

Gli edifici principali includono un centro sportivo al coperto e una piscina. Gli spazi pubblici di questi due edifici sono collegati da un grande  arco che racchiude una piazza d’ingresso e collega l’intera struttura. Il design si concentra principalmente su come organizzare e ripetere logicamente il modulo formale e strutturale di base per generare funzioni specifiche, ambiente luminoso e atmosfera all’interno di ogni spazio.