Si è da poco conclusa la personale di due giorni di Ottavia Tracagni, giovane designer e illustratrice italiana, che ha esposto 88 opere in edizione limitata presso gli spazi della Città dell’Altra Economia.

Personale di Ottavia Tracagni – Ph. Isabella Mancioli

LE OPERE E LO STILE

Sabato 6 e domenica 7 ottobre 2018 è stato possibile ammirare e in alcuni casi comprare i suoi  lavori: un susseguirsi di disegni al confine tra pubblicità, composizione grafica, vignetta e illustrazione minimale.

 

Volevo una mostra da cui esci e sei un po’ più felice, spero di esserci riuscita

Ottavia Tracagni

Si tratta di storie di oggetti parlanti, di prospettive ribaltate, di sagome che si intrecciano, di prospettive ribaltate e di vignette umoristiche. Il tutto suddiviso in 4 macro categorie: #Serie#Singoli, #Donnine e #Solitescuse, una serie di illustrazioni realizzata per raccontare in modo spiritoso cuori infranti e amori impossibili di oggetti parlanti. Le solite scuse che sentiamo ripetere ogni volta da chi non corrisponde i nostri sentimenti. Tra le opere esposte erano presenti anche tre nuove #Solitescuse realizzate in occasione della mostra e mai esposte al pubblico.

La mostra è stata finanziata da Patamu for Arts, un’associazione no-profit fondata e sostenuta da Patamu.com, portale che offre servizi di tutela ad artisti e creativi.

Il beverage è stato curato da JungleJuice Brewing – Rome, birrificio romano che produce ottime birre artigianali, mentre per il supporto e l’organizzazione, Ottavia si è avvalsa dei suoi partner Studioplace e Digital Yuppies.

 

L’ARTISTA

Personale di Ottavia Tracagni – Ph. Isabella Mancioli

Nata nel 1991, Ottavia Tracagni è attualmente designer per Studioplace, agenzia pubblicitaria, e per Digital Yuppies, network di professionisti dell’industria creativa con attività tra Roma, Milano, Amsterdam e Lipsia.

La professione di designer e illustratrice corre parallela alla sua attività di ricerca all’interno e fuori dai confini della comunicazione visiva.

Dal 2010 inizia a prendere consapevolezza dell’utilità del disegno come mezzo narrativo, e da allora in poi non ha mai smesso di disegnare per raccontare di viaggi, pensieri e di tutto ciò che la ispira, approdando sempre di più ad uno stile che fa dell’immagine comunicativa uno dei suoi punti di forza.
Dal 2013, oltre al suo impegno professionale, utilizza il disegno come mezzo narrativo e artistico per raccontare aneddoti tra il quotidiano e l’irreale. Il risultato finale è formidabile, il suo stile perfettamente riconoscibile.

Personale di Ottavia Tracagni – Ph. Isabella Mancioli

Disegnare è una nobile mania, un misto tra desiderio di manipolare, voglia di semplificare e bisogno di preservare il presente; è un modo personale per esprimere un pensiero, l’augurio di regalare un’emozione e perché no, una prospettiva diversa e chi ne vuole godere” afferma Ottavia. “Credo in una comunicazione visiva semplice che si sappia prendere anche un po’ gioco di sé, che sappia inserire e imporre sull’ambiente per far alzare gli sguardi”.

Le sue illustrazioni sono semplici, espressive, d’impatto, contraddistinte da un tratto essenziale e leggero.

Le sue opere sono un inno alle semplici cose belle della vita.

Personale di Ottavia Tracagni – Ph. Isabella Mancioli

Potete seguire Ottavia anche su Facebook o su Instagram.