Dopo il Nord America e l’Europa, la giovane artista italiana, nata nel 1981, Micaela Lattanzio sbarca in Sud America.
Nella capitale colombiana, infatti, fino a giovedì 15 novembre, sarà possibile ammirare le nuove opere che la Lattanzio ha creato ripercorrendo le tappe del suo progetto artistico “Fragmenta”.

A Bogotà, prima in occasione della Fiera d’Arte Colombiana Barcù e poi successivamente durante una collettiva per l’apertura dei rinnovati spazi della Galleria Elvira Moreno, sarà possibile addentrarsi nella sua poetica artistica.

Le sue opere sono il frutto di un lavoro attento e minuzioso. Attraverso una lettura in chiave contemporanea rievoca l’antica tecnica del mosaico. Gli artefatti sono realizzati mediate l’utilizzo di materiali cartacei, in alluminio e in PVC, partendo da una base fotografica o pittorica. L’immagine viene poi scomposta in tante piccole tessere dalla forma differente e in seguito ricomposte per donare al soggetto rappresentato una nuova dialettica espressiva.

“Fragmenta” di Micaela Lattanzio

Infatti l’obbiettivo dichiarato dell’artista è quello di provare a narrare le numerose e complesse sfaccettature che compongono l’io interiore di ciascuno di noi. Un io interiore frammentato che viene palesato dalla decomposizione di ciò che rende concreto l’essere umano: cioè il corpo.

Questa ricerca stilistica prende spunto dall’interesse dell’artista per l’antropologia, infatti nel 2005 quest’ambito fu il tema centrale della sua tesi di laurea per l’Accademia di Belle Arti di Roma.

“Fragmenta” di Micaela Lattanzio

Quindi ponendo come punto d’inizio l’io interiore e proseguendo con lo studio dell’uomo come animale sociale e culturale, la Lattanzio ha saputo allo stesso tempo allargare la sua ricerca artistica dall’individuo alla collettività. Perché secondo l’artista l’universo-mondo non è altro che l’aggregazione di singole e molteplici individualità. Tutte diverse ma tutte, nel bene e nel male, legate da un destino comune.

Fonte immagini: Tutte le fotografie sono state gentilmente fornite da Giuditta Gaudioso, Assistente Personale dell’artista Micaela Lattanzio.