MAST, Bologna 2013. Vista del volume audiotrium. Studio Labics. Credit ©labics.it

La mostra inaugurata al MAST di Bologna lo scorso 4 ottobre mette il mostra il genio creativo di 65 artisti internazionali tramite opere d’arte contemporanea e fotografia riflettendo sull’energia e sull’ingegno che hanno spinto gli uomini a realizzare mezzi e infrastrutture in grado di muovere merci, persone e dati. L’esposizione curata da Urs Sthael e allestita negli spazi della Fondazione Mast prevede un percorso attraverso il moto perenne delle persone nel mondo attraverso lo spazio e il tempo. Un pendolo che simboleggia l’oscillazione ripetitiva dei tragitti casa-lavoro dei pendolari, o l’interminabile reticolo di dati che scorrono nell’internet. Ma in questo vortice dinamico di tessuti intrecciati siamo in un momento in cui l’uomo stesso decide di far un passo indietro opponendosi al flusso ormai quotidiano.

“Da decenni si continua ad aumentare il ritmo e la velocità: la crescente accelerazione dei processi economici e sociali è iniziata ai primordi della rivoluzione industriale fino a toccare oggi livelli vertiginosi. Il solo fenomeno che ci spinge a rallentare il passo, a cercare persino di fermare tutto, è quello delle migrazioni”
Urs Stahel, curatore.

Annica Karlsson Rixon
Camionisti (bianchi) / Truckers (white), 1994-1999
738 stampe digitali a colori montate su d-bond / 738 digital
prints mounted on d-bond 8,5 x 12,5 cm ciascuna / each
© Annica Karlsson Rixon

Helen Levitt
N.Y. (metropolitana), dalla serie “Metropolitana” / N.Y.
(subway), from the series “Subway”, 1975
Stampa ai sali d’argento / gelatin silver print, 19,4 x 29,4 cm
© Film Documents LLC, courtesy Galerie Thomas Zander,
Cologne

La mostra presentata al MAST di Bologna illumina visivamemnte le energie in contrasto opposte a questi fenomeni dinamici, da una parte la forza prorompente dei motori, che grazie accellerazione travolge le abitudini della vita dell’uomo; dall’altra il rallentamento e la violenta frenata dei flussi migratori di persone e oggetti.

Tra gli artisti presenti si segnalano le opere di Gabriele Basilico, Luca Campigotto, Mario De Biasi, Robert Doisneau, Vincent Fournier, David Goldblatt, Jacqueline Hassink, Lewis Hine,  Rudolf Holtappel, Emil Hoppé, Mimmo Jodice, Peter Keetman, Dorothea Lange, Helen Levitt, Winston Link, Don McCullin, Tina Modotti, Ugo Mulas, Alexey Titarenko, Jakob Tuggener.

 

PENDULUM, MERCI E PERSONE IN MOVIMENTO

Immagini dalla collezione di fondazione MAST

MAST.GALLERY, BOLOGNA, 4 OTTOBRE – 13 GENNAIO 2019

Floto + Warner
Sala verniciatura dell’Eclipse, Eclipse Aviation, Albuquerque,
NM USA / Eclipse Paint Room, Eclipse Aviation,
Albuquerque, NM USA, 2007
Stampa a pigmento / pigment print, 40,6 x 50,8 cm
© Floto + Warner

Mimmo Jodice
Napoli, Manifestazione a Piazza Garibaldi / Naples,
Demonstration in Piazza Garibaldi, 1967
Stampa ai sali d’argento / Gelatin silver print, 19,3 x 29 cm
© Mimmo Jodice

Mimmo Jodice
Milano, Stazione Centrale / Milan, Central Station, 1969
Stampa ai sali d’argento / gelatin silver print, 29 x 19,3 cm
© Mimmo Jodice