Che la scelta di portare un po’ di stelle e strisce nella capitale fosse stata una scelta azzeccata lo si era capito già dalle prime due aperture a Corso Trieste e Ponte Milvio, tuttavia se serviva una conferma ecco il terzo figlio firmato Bakery House. 
Come gli altri due punti vendita anche questo avrà il compito di trasportare il cliente in una tipica american bakery, dove prendere un caffè, mangiare un pranzo veloce o, perché no, lavorare in remoto grazie alle numerose prese presenti nel locale che permettono di alimentare il proprio pc.

Credit: pagina Facebook Bakery House

Il concept è consolidato e vincente proprio perchè ha la volontà di creare un qualcosa di diverso dal classico bar all’italiana, e questo al pubblico piace. L’autenticità è alla base dell’idea di Viviana Lorenzini e Stefano Rocchi che, quando nel 2012, aprirono la prima Bakery House lo fecero con l’idea di far rivivere l’esperienza delle calde ed accoglienti bakery americane senza creare ibridi tra prodotti di diverse tradizioni culinarie.

Credit: pagina Facebook Bakery House

La proposta gastronomica copre tutta la giornata, partendo dalla colazione americana, passando per le offerte salate del pranzo fino ad arrivare ai dolci del pomeriggio.
Immaginate uno di quei giorni in cui dovete finire una presentazione importante da esporre al vostro capo e casa non vi sembra poi così amica. Questo potrebbe essere uno di quei luoghi dove sedersi, ordinare un caffè così lungo da durare tutta la giornata e finire in tempo la presentazione. Male che vada vi potrete consolare con uno, o un paio, dei tanti cupcakes in vetrina.

Credit: pagina Facebook Bakery House

I prodotti sono tutti artigianali e tipici della tradizione americana. Troviamo french toast, waffles, scrambled eggs che la mattina fanno da cornice ai principi della colazione a stelle e strisce, i pancakes. Dal lunedì al venerdì, infatti, questi soffici dischetti gialli possono essere personalizzati scegliendo dapprima la base (con opzioni anche vegane) e poi la guarnizione.

Il menù del pranzo prevede waffles salati e burgers ma anche bowls, sandwich, insalate componibili e fritti. Non mancano ovviamente cookies, brownies e cheesecake insieme a tanti altri dolci caratteristici. Tutto da accompagnare a un’offerta beverage che propone, tra gli altri, una lunga selezione di tè, smoothies e lemonade.

Il sabato e la domenica l’attenzione si sposta sul brunch, che Bakery House presenta in una delle versioni più long di Roma, con un orario prolungato dalle 9.30 alle 16.00. Che sia una colazione alternativa con la famiglia o un post sbornia con gli amici, vale la pena provarlo.

Anche l’Eur ha la sua America.

 

Bakery House Eur, viale America 89-91, Roma

Aperto dal lun al ven dalle 8.00 alle 20.00, sab-dom dalle 9.30 alle 20.00

Pagina Facebook: Bakery House (EUR)