Farina.
Acqua.
Uova.
Zucchero.
Sale.

Cinque semplici ingredienti che, uniti, racchiudono la storia e la cultura della Penisola Iberica e dell’America Latina. Cinque semplici ingredienti che, insieme, danno vita ad una pastella fritta ricoperta di zucchero, che danno forma ai churros.

Il churro è un tipico spuntino dolce disponibile in ogni angolo della Spagna, nelle sue vie, tra le bancarelle dei mercati e nelle piazze, è amato al mattino per colazione e, tipicamente, viene inzuppato in una tazza di cioccolato caldo.
La bontà del churro è nascosta nella sua semplicità, nella preparazione secolare e in una frittura delicata e veloce che rende una semplice pastella una spirale croccante e calda.

Fonte: realsimple.com

Churreria di Roma

Miguel, artigiano e maestro del piccolo laboratorio nel cuore di Roma, in via dei Chiavari 11, ha la volontà di far conoscere il churro a tutti i viandanti della Capitale e per far questo usa la ricetta del bisnonno risalente al 1890. Qui, acqua, farina e sale, vengono lavorati ed amalgamati dentro una churrera moderna che forma strisce a stella pronte per essere fritte e servite ad ogni singolo ospite.
In questo angolo di Spagna, i churros vengono preparati facendo grande attenzione ai prodotti primari, tra cui l’olio: indispensabile per fornire la giusta croccantezza. Inoltre, i churros, possono essere gustati dalla mattina alla sera, dalla colazione alla merenda poiché la scelta è vasta e ricca di sfumature.

Ogni churros racconta una storia, un pezzo di Spagna, un morbido involucro di pasta ripieno di cultura tra i quali quello ricoperto di cioccolato bianco o ripieno di crema, ripieno di marmellate o quello al dulce de leche.

Ma, se l’indecisione nella scelta si mostrerà ardua e faticosa, affrontatela con il più classico dei churros inzuppato in una tazza di caldo cioccolato.

Fonte: @lachurreriadiroma