Caffè Nemorense

Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook

Tra le new entry di cui tanto si sta parlando adesso nella capitale, spicca “Caffè Nemorense”, in una veste totalmente diversa. Immerso nel cuore del parco Virgiliano, piccola oasi verde del quartiere Salario Parioli, si presenta come un luogo di ristoro attento alle esigenze di tutti, ma soprattutto di coloro che sanno apprezzare progetti dallo scopo sociale piuttosto elevato. Noi di Artwave ci siamo interessati al “caso” da subito, e il responsabile Yari Gabbai ci ha tolto qualche curiosità rispondendo alle nostre domande.

Caffè Nemorense è uno splendido punto di ritrovo all’interno del Parco Virgiliano. Ci racconti qualcosa sulla storia, le principali tappe che hanno portato alla nascita del progetto, soffermandosi sulle ultime novità.

“Abbiamo partecipato al bando senza troppe illusioni, come succede spesso. Eravamo tre entità, Grandma bistrot, Barikamà (cooperativa sociale gestita da sei ragazzi africani, il cui obiettivo è l’inserimento sociale attraverso la produzione e vendita di yogurt ed ortaggi biologici) e Casale Martignano; tre realtà che collaborano da tempo e che hanno in comune l’idea che la finalità dell’imprenditoria sia in primo luogo quella di offrire un prodotto di qualità di cui saremmo noi i primi orgogliosi consumatori, mettendo in secondo piano l’aspetto speculativo. Dopo aver vinto il bando c’è stata una lunghissima trafila burocratica, durata circa due anni. Abbiamo sostenuto per un anno il pagamento della locazione, senza contestualmente avere le licenze per aprire, e vi lascio immaginare quanto sia stata dura per delle piccole società come le nostre. Questo luogo, un casale immerso nel verde al centro di Roma, era il posto perfetto, e ci forniva una via per coniugare la nostra idea di integrazione, senza carità, e l’opportunità di dimostrare che una gestione alternativa del patrimonio romano è possibile. In questo momento tutta la nostra attenzione è focalizzata sulla cura del parco, infatti abbiamo investito le economie derivate dal chiosco per il recupero del verde con l’intenzione di riportare gli alberi, i viali e le siepi allo splendore che meritano”.

Yogurt Barikamà, Caffè Nemorense. Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook

Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook

L’inaugurazione del nuovo format è stata un successo. Cosa è stato apprezzato maggiormente dalla clientela?

“L’inaugurazione è stata un gran successo, abbiamo ricevuto un’accoglienza molto calorosa, il che ci ha fatto ben sperare che i nostri sforzi siano stati notati e che la cittadinanza ci abbia dato la fiducia che cercheremo di ricambiare. Credo che la multiculturalità del progetto sia il nostro punto di forza”.

Cosa propone l’offerta gastronomica a colazione, a pranzo, a merenda e all’ ora dell’aperitivo? Quali sono i piatti più gettonati?

Sandwich di pane integrale homemade, salmone, avocado, pomodori. Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook

“Per quanto riguarda l’offerta gastronomica, stiamo cercando di andare un po’ controcorrente, fornendo pochi prodotti, ma buoni: birre artigianali (come quelle della Rebel’s Microbrewery), cibo prodotto da noi nel vero senso della parola (proveniente dagli orti del Casale di Martignano e coltivato da i ragazzi di Barikamà), vino biologico e dolci attenti alle minoranze alimentari (vegani o celiaci, come la cheesecake della nostra pasticciera Teresa De Vito)”.

Pancakes con marmellata ai frutti di bosco. Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook

Siete maggiormente orientati verso uno specifico target piuttosto che un altro? Vuole dire qualcosa ai lettori di Artwave.it?

“Non abbiamo un target di riferimento, sebbene si possa dire che si auto-selezioni; infatti, cogliendo l’occasione, vorrei inviare un messaggio: se siete leoni da tastiera, intolleranti alle etnie diverse dalla vostra, chiaramente non è il posto adatto a voi, è meglio se rimanete davanti ai vostri schermi ad inviare insulti razzisti; se invece volete provare prima di criticare, saremo lieti di farvi cambiare idea”.

Vi lasciamo con queste belle parole, che sanno di sfida. Ma noi di Artwave siamo sicuri che il Caffè Nemorense riuscirà ad entrare nel cuore di tutti, abitanti del quartiere e non. Facciamo, quindi, un grosso in bocca al lupo a tutti i membri dello staff!

P.s. Tutti i giorni dalle ore 17:00 in poi, ordinando due Spritz o due birre di Rebel’s Microbrewery riceverete in regalo la shopping bag in cotone naturale di Caffè Nemorense! Cosa aspettate? Correte!

Spritz&win. Fonte: Caffè Nemorense Pagina Facebook