Luglio è finalmente arrivato e con esso la tanto attesa estate romana, che verso metà giugno aveva cominciato a farsi desiderare tra gli amanti delle giornate assolate, da passare in spiaggia o in piscina. Ma, tra i romani c’è chi ancora è blindato nel proprio ufficio, chi le vacanze le vedrà solo tra un po’ e che nel frattempo brama fino all’ultimo l’ora dell’aperitivo, in cui staccare e prendersi finalmente un momento per sé stessi.

Scalo Sant’Angelo nasce dall’idea di quattro imprenditori romani, con pregresse esperienze nella ristorazione nella capitale e anche fuori dai suoi confini. In una location all’insegna del relax, nella frazione di lungotevere a cui si accede da Ponte Umberto I, si propone come emblema di spensieratezza, solitamente tipica dell’aperitivo romano. Che, se poi è anche accompagnato da una vista mozzafiato sulla cupola di San Pietro, mentre si viene cullati dall’aria fresca del lungotevere, ad un buon cocktail e a qualche snack non si riesce proprio a dire di no.

Fonte: pagina Facebook Scalo Sant’Angelo

Sul versante cibo, per l’aperitivo è presente una selezione di sushi rolls molto semplici, preparati appositamente per il locale, in un sushi-lab. La proposta non è particolarmente ampia, ma di certo molto gustosa.  Inoltre, da poco il menù annovera nell’offerta taglieri di salumi e formaggi, i cosiddetti cold cuts,  mentre per coloro che necessitano di qualcosa di più leggero (viste anche le temperature), spesso è disponibile una selezione di fruit salads e assortimenti di frutta fresca.

Cocktail, classici come innovativi accompagneranno il tutto; il cavallo di battaglia è il “Keep Calm“, miscela dal nome rappresentativo del vero scopo del locale: indurre i visitatori a fare una pausa e assaporare la quiete e la serenità del luogo. Non possono non attirare l’attenzione anche proposte più spumeggianti, come il Passion Mojito, che differisce dalla variante classica per l’aggiunta di semi e polpa di frutto della passione, servito  a tavola con una scorza dello stesso come topping fiammeggiante, nel vero senso della parola.

Fonte: pagina Facebook Scalo Sant’Angelo

Il temporary place sarà aperto sulla banchina del fiume Tevere per i soli 90 giorni dell’estate romana, mettendo a disposizione sia per l’aperitivo come per il dopocena un vivace dj set, che contribuisce a creare un’atmosfera fresca e spiritosa.

Prospettive per il futuro? Per ora Scalo Sant’Angelo si occupa di eventi organizzati in loco come mostre, esibizioni live e performance di artisti; fornisce anche un servizio catering per feste private, occupandosi soprattutto del lato mixology (recentemente hanno gestito sotto questo aspetto il Gran Ballo Luiss). Ciò non esclude che, con buone probabilità, lo troveremo anche la prossima estate, magari in una location meno transitoria.