Roma, si sa, d’estate non dà tregue. Il caldo e l’umidità fanno desistere il romano medio in vacanza dal mettere in pratica un qualsiasi tipo di attività che non implichi la presenza di un condizionatore, possibilmente due. Tuttavia la magia della città eterna non smette mai di affascinare e perfino con l’asfalto bollente a 50 gradi Celsius, le strade di Roma si riempiono di turisti, avventori, o semplici romani, amanti dell’arte e del buon cibo.

E proprio a proposito del buon cibo, cosa c’è di meglio di una location fresca e ventilata in cui trascorrere un pranzo o una cena all’insegna dello svago? Artwave.it ha selezionato, appositamente per voi, 4 ristoranti all’aperto in cui mangiare, in quel cuore pulsante di idee e creatività che è Roma. Un po’ come i 4 ristoranti di Alessandro Borghese, solo che la scelta del vincitore la lasciamo a voi.

 

#1. Ercoli 1928

Ristorante, Vermouth bar, alimentari ed autentica perla della gastronomia romana. Ercoli 1928 vizia il palato dei romani, munendosi di un’esperienza di oltre 90 anni e d’amore per l’arte culinaria. Che siate in cerca di un pranzo veloce o di una cena raffinata, siete in ogni caso nel posto giusto. Taglieri di salumi (della casa) o piatti à la carte, in cui la materia prima viene trattata il meno possibile per preservare l’autenticità dei sapori. Sul versante cocktail lasciatevi coccolare dal Vemouth bar, che con la sua personale cantina saprà farvi apprezzare le note del famoso vino liquoroso. Se ancora non lo avete provato, questo è il momento giusto per farlo.

Credit: ercoli1928.com

Sito Web

#2. Bistrot Luce

Costola della ormai rinomata Hosteria Luce che ha ormai da tempo conquistato Trastevere, il Bistrot Luce è un locale poliedrico che si adatta alle tendenze e ai gusti in continua evoluzione, proponendo un menù che ricalca i sapori del Mediterraneo. Anche qui, la carne regna sovrana, con ribs glassate in salsa barbecue, hamburger di chianina con cheddar, lasciando comunque il dovuto spazio anche ad altre proposte. Taglieri freschissimi per l’aperitivo, qualche proposta di pesce e un occhio di riguardo ai vegetariani. All’esterno dispone di sedute in legno in stile nordico, in uno spazio luminoso e arieggiato.

 

Credit: bistrotluce.it

Sito Web

 

#3. Vivi Bistrot

Nel cuore del polmone più verde di Roma, la storica Villa Pamphili accoglie un esemplare di cucina genuina e sfiziosa, che utilizza solo prodotti biologici e di qualità. Il Vivi Bistrot nasce da un antico fienile dell’800, recentemente ristrutturato con classe e con qualche tocco di estro provenzale qua e là.

Partendo dagli sfizi, i deliziosi antipasti si rivelano sorprendenti ed inconsueti con proposte vegane e vegetariane: imperdibile il Gazpacho estivo, così come il Babaganoush di melanzane fatto in casa con sfoglie di papadam croccanti. Per quel che riguarda i primi, come per gli hamburger e le insalate, l’offerta è molto varia: dai ravioli artigianali di cicoria e pecorino saltati con crumble di pane all’acciuga e peperoncino, all’hamburger brie&bacon, il tutto esclusivamente all’insegna del biologico.

Dotato di ampio spazio esterno,  la sua particolarità sta nei picnic, con una lunch box dal packaging appositamente studiato per mantenere la freschezza degli alimenti, lasciando al cliente la scelta del luogo dove consumare il pasto. Non mancano proposte deluxe per momenti speciali, un brunch con gli amici, una proposta di fidanzamento.

Credit: vivibistrot.com

Sito Web

 

#4. Pianostrada

Via delle Zoccolette, una delle più antiche e storiche vie di Roma, ospita una piccola perla dello street food romano: Pianostrada, che con la sua attenzione all’arte della panificazione e alle materie prime di altissimo livello, non smette di ammaliare romani e turisti.

Il locale in pochissimo tempo ha attirato molta attenzione: raffinato e dai toni retrò, mette in mostra generosamente vetri, specchi e maioliche, il tutto corredato dalla luce soffusa delle candele e dall’atmosfera soft conferita dalla presenza di un pianoforte. Il delizioso cortile è a disposizione dei clienti fin dalla primavera, lasciando la possibilità di trascorrere una serata all’aria aperta in totale relax. La cucina del particolarissimo ristorante a conduzione familiare punta sulla creatività: le focacce offrono una ampia varietà di scelta e spiccano specialmente gli spaghetti con calamaretti aperti.

Uno street food mai banale, che offre proposte tradizionali e genuine: pane e puntarelle, pane al nero di seppia con bufala e alici, panino con carpaccio di tonno.

Credit: bevilacquaarchitects.com

Pagina Facebook

L’estate nella capitale ha un sapore diverso, speciale. Sa di casa, tradizioni tra amici e alba al Gianicolo, ma sa anche di avventura perchè in fondo, in una notte romana qualsiasi cosa può succedere. Chiunque attraversi le vie di questa città non può non innamorarsi delle sue luci, dei suoi profumi e della sua gente.

Perciò, questa estate uscite, esplorate, assaporate e innamoratevi.

Enjoy!