Su uno sfocato asfalto d’agosto
i passi affondano
improvvisando orme sabbiose

fulmini d’estate
le nutrono
di acque trasparenti

geografie metropolitane
di marciapiedi roventi.

Città d’agosto, Movimento per l’Emancipazione della Poesia