Con la giornata di ieri, 28 giugno 2018, siamo entrati nel vivo di AltaRoma. Durante la mattinata si è svolta la conferenza stampa presso l’atelier privato di Renato Balestra, il quale ha riservato delle piacevoli e inaspettate sorprese. Insieme a lui erano presenti anche la Presidentesse di AltaRoma Silvia Venturini Fendi e la Sovrintendente del MIBACT la Dott.ssa Monica Grossi.

La signora Fendi apre la conferenza stampa ribadendo come Renato Balestra, nonostante sia nato a Trieste, è da tempo diventato l’emblema di una romanità che ha fatto la storia della moda, dello spettacolo e non solo. Afferma poi come la manifestazione AltaRoma si stia trasformando, creando una vera e propria interazione tra quello che è tradizione e storia, rappresentato da grandi nomi come Balestra, fino ad arrivare ad all’attuale definizione di made in Italy. Questo, secondo Silvia Vetturini, deve specchiarsi con una realtà che non si limita esclusivamente al prodotto, bensì deve mostrare una vera e propria cura del contenuto che ci ha sempre contraddistinto in contesti internazionali. Infine afferma come questo debba essere fatto soprattutto in Italia dove abbiamo la possibilità di confrontarci con “un’estetica senza pari” e di come realtà come Balestra non siano solo un fenomeno da osservare, piuttosto riguarda una vera e propria necessità, un bisogno che ha la nostra società e che deve essere sempre sostenuta.

Successivamente prende la parola Monica Grossi, in rappresentanza del Ministero dei Beni Culturali, la quale, ribadendo l’importanza significativa di nomi come Balestra, annuncia l’inserimento della maison all’interno dell’archivio della moda del ‘900 censito dal MIBACT, riconosciuto tramite una dichiarazione di interesse storico. Questo permette, non solo una constatazione dell’importanza del lavoro svolto dalla dalla casa di moda, ma dà la possibilità di creare un contesto di ricerca e studio importante per le realtà future. Infine viene annunciata la volontà di realizzare un’esposizione museale dove poter mostrare l’infinito archivio di produzione della realtà casa di moda.

La conferenza stampa si conclude con un intervento di Renato Balestra, il quale afferma di essere un po’ in agitazione per la sfilata che si sarebbe svolta la sera stessa poiché egli stesso afferma di non essere mai arrivato al massimo delle sue potenzialità, ma di avere la sensazione di poter fare sempre qualcosa di migliore. Conclude dicendo che farà sfilare molti degli abiti creati negli anni partendo proprio dal primissimo capo realizzato all’inizio della sua carriera.

La sfilata si è svolta a Cinecittà circondata dalla suggestiva location dell’antica Roma. Questo incredibile show è stato battezzato da una leggera pioggia che ha reso inizialmente il tutto ancora più suggestivo, rendendo il finale purtroppo leggermente sbrigativo. Tutto ciò non è riuscito, però, a smorzare la maestosità del lavoro realizzato negli anni dal signore Balestra, il quale non si è limitato ad omaggiare la propria carriera, ma è riuscito ad attribuire un’emozionante focus sull’inossidabile bellezza e importanza di una città come Roma.

Copyright foto © Alessandro Amico – Andrea Fanelli