Si è conclusa oggi la 93esima edizione di Pitti Immagine Uomo, l’attesissimo appuntamento di moda maschile che si svolge nella pittoresca città di Firenze.

Quest’anno la manifestazione fiorentina, oltre ad ospitare designer internazionali per dettare le tendenze del prossimo l’Autunno-Inverno, ha ideato un calendario ricco di eventi ed iniziative.

Con Pitti Live Movie si è celebrato l’incontro tra due mondi complementari, la moda e il cinema. Il salone si è trasformato in un Film Festival, con proiezione di diversi generi di pellicole – dai thriller ai film d’avventura, da quelli di azione e sportivi alle spy-stories – nei padiglioni della Fortezza da Basso, adibiti a vere e proprie sale cinematografiche.

Photo Credit: Forbes Italia

Tra le novità più attese del Pitti 93, rientrava la capsule collection di Karl Lagerfeld, curata dal suo assistente ventennale Sebastien Jondeau. Durante la kermesse, Karl ha poi annunciato l’unificazione delle etichette di abbigliamento maschile del marchio, Lagerfeld e Karl Lagerfeld, nell’unica label Karl Lagerfeld.

Photo Credit: www.thefashionisto.com

Sempre in tema di label, Roberto Cavalli ha lanciato TRIPLE RRR. Il nuovo brand maschile sviluppato per introdurre un’idea innovativa di luxury comfort, grazie alla sperimentazione di tessuti e textures.

Ed ancora, Gucci Garden, l’ennesima invenzione di Alessandro Michele, è stato inaugurato all’interno dello storico Palazzo della Mercanzia di Firenze. Il nuovo complesso ospiterà un museo, con oggetti provenienti dagli archivi del marchio, una boutique ed un bistrot esclusivo, gestito dallo chef stellato Massimo Bottura.

Photo Credit: habituallychic.luxury

Sulle passerelle fiorentine, hanno poi sfilato i fashion trends che ci accompagneranno durante il prossimo Autunno-Inverno.

Anche per la moda maschile, torna protagonista il velluto. Liscio o a coste, come quello utilizzato per il trench di Paltò, è stato definito da Brunello Cucinelli un simbolo dell’eleganza maschile. La classe degli smoking in versione total black o cammello realizzati da Cucinelli, non è passata inosservata.

Motivi check per giacche e pantaloni, richiamanti il classico stile inglese, si riconfermano must have di stagione. Un esempio di alta sartoria sono le giacche di Manuel Ritz e Luigi Bianchi Mantova, caratterizzate dal mix di tessuti quali cashmere, seta, alpaca e mohair.

Photo Credit: Esquire

Colori vivaci hanno contraddistinto, invece, i piumini Colmar e l’intera collezione Pepe Jeans London, che ha festeggiato il suo 45° anniversario con una capsule fresca e dalla rivoluzionaria trasformazione ecologica per eliminare l’uso dei prodotti chimici nel processo di creazione.

Photo Credit: www.repstatic.it

Particolare attenzione è stata riposta sullo sportwear. Il brand svedese di abbigliamento sciistico, Peak Performance, ha presentato durante la prima giornata di manifestazione una collezione riadattata al contesto urbano, promuovendo il lusso sportivo. Anche Valentino si è discostato dalla raffinata eleganza di sempre con il lancio di VLTN, un progetto nato per raccontare l’anima sportiva del brand, finora inesplorata.

Photo Credit: GQ Italia

Tra gli accessori, impossibile non citare gli zainetti, di ogni genere. Pratici come quelli pensati da Campomaggi e Herschel, rigorosi come quelli di Bally o innovativi come quelli sviluppati da Moleskine. Tra le altre proposte si fanno spazio le borse da lavoro, una pratica alternativa per un tocco di stile anche in ufficio.

Moleskine – Photo Credit: www.polkadot.it

Un ultimo sguardo va alle calzature. Tornano in voga i mocassini, con frange, fibbie o nappe, come quelli in pellame proposti da Fratelli Rossetti. Intramontabili le sneakers presentate nei modelli più disparati, per donare ai look un tocco casual e informale.

 

Photo Credit: www.fashionchannel.ch