Capodanno segna l’inizio del nuovo anno e la fine delle feste, tuttavia gennaio non porta con sé solo la Befana. Il 5 gennaio in quasi tutta Italia avranno inizio i tanto attesi saldi invernali (le date esatte per ciascuna regione le potete trovare in fondo all’articolo).

Quest’anno i saldi sono d’obbligo se si vogliono avere nel proprio guardaroba gli ultimi pezzi di tendenza senza dover spendere una fortuna. Di solito si parte da sconti del 20-30% nelle prime settimane, per arrivare fino al 50 e al 70% verso gli ultimi giorni, rischiando tuttavia di non riuscire più a trovare la taglia giusta oppure di trovare sold-out l’oggetto dei nostri desideri.

Conviene sapere in anticipo cosa comprare, per riuscire a cogliere le migliori occasioni ed evitare delusioni. Dunque, abbiamo raccolto per voi una selezione dei migliori trend da copiare durante i prossimi saldi, per uno shopping oculato e che vi lascerà soddisfatti.

Photo Credit: elle.it

I trend della stagione seguono la scia dei look consigliati per Capodanno 2018, quindi abiti in velluto sia liscio che riccio e maxi-coats, per un inverno caldo e confortevole, ma sempre con stile.
Le maggiori catene low-cost offrono già diversi modelli che seguono questo stile e non sarà difficile trovarli in saldo, ma attenti a non aspettare troppo!

Se volete un’alternativa al maxi-coat, non lasciatevi sfuggire il Teddy Bear Coat, il modello lanciato da Max Mara, adorato da Gigi Hadid e vincitore del premio “Best of the best 2017“. L’effetto “peluche” e la morbidezza della lana bouclé rendono questo cappotto ideale per affrontare le rigide temperature invernali e contemporaneamente essere un esempio di stile.
Se preferite la versione in pelliccia, basta che sia ecologica! Il faux fur è il trend del 2018 preannunciato già da tempo da diverse case di moda che quest’anno hanno abbracciato la politica cruelty free, tra cui recentemente anche Gucci.

Saldi invernali 2018

Sotto il cappotto…ci va il blazer! Il blazer maschile in tweed grigio con colletto a revers e chiusura anteriore doppiopetto lo potete trovare appeso sulle grucce di HMZara e Bershka, nonché a portata di click su uno dei maggiori portali di e-commerce, ASOS.
Nella moda tantissimi modelli vengono riproposti nel tempo e riadattati per poter essere indossati anche oggi, senza perdere però il loro fascino vintage. Ed è così che il blazer torna nei nostri armadi, con tanto di spalline imbottite, ma senza il volume eccessivo tipico degli anni Ottanta.

Saldi invernali 2018

La parola chiave dell’inverno è maxi. Non solo maxi-coat, ma anche maxi-dress in stile anni Settanta, caso mai abbinati ad una calda giacca imbottita come la trucker jacket della Levi’s o come una giacca in montone, in vendita da Zara.

Non possono mancare i maxi-sweaters, che hanno sfilato sulle passerelle di Balenciaga, Fendi, Fenty X Puma. Con manica a campana o a palloncino, in maglia intrecciata o maglia grossa, li potrete sicuramente trovare in saldo da Mango.

Saldi invernali 2018

Anche gli accessori sono indispensabili e spesso costosi tanto quanto gli abiti. L’inverno è la stagione dei cappelli, quindi in questi saldi non andate solo in cerca del classico cappello a tesa larga, ma anche del basco, arrivato nei negozi direttamente dalle passerelle di Dior. Se invece preferite seguire i look proposti da Versace e Mila Schön, dovrete aggiungere al vostro guardaroba il foulard annodato, da sempre accessorio dotato di fascino ed eleganza.

Per le scarpe, mirate all’acquisto di stivaletti a puntastivali cuissard. Se preferite la comodità, anche quest’anno le sneakers si riconfermano calzature versatili da indossare sia con un look casual che sotto ad un outfit più impegnativo. Il modello Campus di Adidas, le Classic Cortez Leather della Nike e le Converse sono le scarpe da ginnastica che vedremo maggiormente per strada.

Saldi invernali 2018

Ora che sapete cosa comprare ai prossimi saldi e dove trovare ogni capo, il vostro shopping sarà molto più facile!

Date di inizio e fine dei saldi invernali 2018 per ogni regione:

Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
Campania: 5 gennaio – 2 aprile
Emilia-Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
Lazio: 5 gennaio – 28 febbraio
Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
Marche: 5 gennaio – 1 marzo
Molise: 5 gennaio – 5 marzo
Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
Valle d’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
Veneto: 5 gennaio – 31 marzo
Trentino-Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio