Foto e testo di ©Matteo Torti

È come un saltellato suono di violoncello, quello dell’odore forte di acqua, di vino scadente e di vita.
Uno zompettio leggero nell’aria pesante d’estate.
E qui non è estate, non ancora.