Ponte Vecchio

Chi siete?

Avete storie che non sono mie

Indossate esistenze di sconosciuti.

Mi devo accontentare di quello che so – nulla –

di quello che è mio, che mi appartiene.

È solo un incrociarsi a caso, il nostro.

Sarebbe strano avvicinarmi e dirvi:

chi siete?

Oppure fermarmi e urlare:

ma tutti voi, che storia avete?

E quindi me ne sto zitta

con l’occhio nel mirino.

Vi lascio continuare. Prego, andate!

Non saprete mai che v’ho guardati,

scandagliati,

immaginati altrove

con addosso vite che neanche vi pensate.

Il mondo è pieno di gente

e io non ci capisco niente.

 

 

Foto e poesia di Ilaria Giudice