Lo studio di architettura Bjarke Ingels Group è oggettivamente affascinato ed influenzato dalla logica modulare e funzionale dei mattoncini tanto che questa ne condiziona una grossa percentuale del suo lavoro. Vedi il progetto delle LEGO® towers, dove la ripetizione all’infinito dello stesso modulo costituisce la superficie pixelata da modellare per la formazione degli edifici.

Costruita nella città nativa dell’azienda, Billund (Danimarca), la LEGO® House ospiterà circa 250.000 persone l’anno. Nello spazio di 12.000 mq, i visitatori di ogni età sono invitati a giocare e sfogare la propria creatività. Il progetto della casa, ispirato dall’iconico mattoncino in plastica, consiste in 21 blocchi bianchi rettangolari sovrapposti e collegati a incastro e, sulla cima di questi, un gigantesco LEGO 2×4, chiamato “Keystone”. Sulla facciata, una texture crea l’illusione che l’edificio sia interamente costruito da mattoncini.

LEGO® House, vista dall’alto © BIG & LEGO®

LEGO® House, vista sulla Keystone © BIG & LEGO®

L’edificio comprende attrazioni gratis e a pagamento: è possibile visitare la piazza di 2.000 mq o salire sui diversi terrazzi; scoprire la storia dei LEGO nel museo dedicato; partecipare a mostre negli spazi espositivi; ammirare i capolavori realizzati dai fan ed esposti in una galleria apposita; acquistare nel gigantesco negozio e mangiare in uno dei tre ristoranti (in uno dei quali si potranno ordinare mattoncini LEGO serviti da robot!).

LEGO® House, scala sulla piazza © BIG & LEGO®

LEGO® House, piazza © BIG & LEGO®

LEGO® House, galleria d’esposizione © BIG & LEGO®

Le aree a pagamento sono state circondate da quattro zone-percorsi di colori differenti, ognuna rappresentante un differente aspetto dell’apprendimento di un bambino: rosso, creativa; blu, cognitiva; verde, sociale; giallo, emozionale.

LEGO® House, zona rossa, costruzione dei mattoncini © BIG & LEGO®

LEGO® House, zona gialla, fish designer © BIG & LEGO®

Dall’architetto:

“[…]La Lego House è concepita come un villagio per giocare ed imparare – uno spazio urbano più che un’architettura. Tanto quanto per i visitatori di Billund anche per i suoi cittadini.[…] Innovativa e sistematica – come un Guggenheim di cubi bianchi, il funzionalismo degli spazi modulari si combina con le iconiche caratteristiche di un edificio scultoreo.”

http://www.big.dk/#projects-leg

https://www.youtube.com/watch?v=obctNB3_f_M

© riproduzione riservata