Il ponte pedonale BP, comunemente chiamato “BP Bridge” è stato progettato dall’architetto vincitore del premio Pritzker Frank O. Gehry. Realizzato a Chicago ( Illinois ), collega Maggie Daley Park con Millennium Park, due parchi appartenenti al Grant Park. Oltre alla realizzazione del ponte, l’architetto è stato incaricato di progettare il vicino Jay Pritzker Pavillion, finanziato dalla famiglia Pritzker. Il progetto fu presentato in una mostra presso il Centro Culturale di Chicago nel 2000. La società energetica BP ha pagato 5 milioni di dollari per la sponsorizzazione del ponte e i diritti di denominazione, motivo per cui il ponte è chiamato BP Bridge.

( THEMANONFIVE.COM )

( THEMANONFIVE.COM )

 

Il ponte rispecchia lo stile dell’architetto ed è proprio la sua estetica che lo ha reso famoso nel mondo. La particolarità del ponte è la sua forma snodata e sinuosa come un serpente. L’intera struttura non è compromessa  in quanto è stata progettata per sopportare il suo peso.

Il BP Bridge funge da barriera acustica per il traffico della Columbus Drive, un anello di congiunzione tra il Millennium Park e le destinazioni ad Est, come ad esempio il lato e altre zone del Grant Park. La struttura del ponte è costituita da travi ad incasso con una base in cemento. La passerella è rivestita in tavole di legno ed è presente un parapetto vita-alto in acciaio inox anziché un corrimano standard.

( BP.COM )

( BP.COM )

 

Si estende per 285 m ed è largo 6 m. Con una pendenza continua del 5% in ogni curva e snodo, è adatto al passaggio di disabili e privo di barriere architettoniche. Questa constante pendenza elimina la necessità di installare ascensori o comuni rampe. L’unico difetto è l’impossibilità di essere attraversato durante l’inverno in quanto il ghiaccio e la neve che vi si formano sulla passerella non possono essere rimossi. A causa della posizione della struttura la neve non può essere spalata sulle auto di passaggio in Columbus Drive e il legno duro brasiliano potrebbe rovinarsi.

La passerella inizia nel Millenium Park sul grande prato del Jay Pritzker Pavillion e il Lurie Garden. Il progetto fu modificato per consentire l’accesso alla rampa Ovest anche dal Lurie Garden. Si snoda verso Nord lungo il confine orientale del Millennium Park e attraversa la Columbus Drive con una cura a forma di “C”. In Daley Bicentennial Plaza il ponte assume una forma seprentinata piegandosi poi ad Est.

Il progetto iniziale prevedeva la costruzione del ponte senza l’ausilio di un colonna di sostegno nel centro di Columbus Drive. Secondo il critico di architettura e premio Pulitzer Blair Kamin questa decisione avrebbe reso il ponte poco elegante. Progettare il ponte senza la colonna avrebbe richiesto l’utilizzo di travi portanti ancorate ai lati opposti della strada, facendo lievitare i costi e la richiesta di manodopera. Con questa tipologia di costruzione sarebbero venuti a crearsi problemi strutturali legati ai parcheggi sotterranei di Daley Bicentennial Plaza. L’architetto ha quindi deciso di installare una colonna di sostegno in cemento in Randolph Street.

( BP.COM )

( BP.COM )

 

Il BP Bridge ha due funzioni. Quella classica strettamente legata al concetto di ponte, ovvero di connettore, ma anche quella di poter essere sfruttato come piattaforma di osservazione per il parco.

Il ponte è costituito da travi d’acciaio ed è rinforzato da pilastri in cemento e lastre a sdraio. La passerella è rivestita in legno e un il rivestimento esterno è in acciaio inox, composto da grandi lastre di acciaio inossidabile curvilineo che conferisce un aspetto più naturale e fluido alla struttura.

La riduzione del peso è consentita grazie all’utilizzo di travi a scatola vuota. Le travi e la base in cemento sono affiancate da uno scheletro cavo in acciaio inox. Nonostante la struttura cava la passerella è costruita rispettando gli standard autostradali.

( EVERYSTOCKPHOTO.COM )

( EVERYSTOCKPHOTO.COM )

 

Il BP Bridge offre una vista spettacolare della Historic Michigan Boulevard District e del Lago Michigan. Il paesaggio circostante è stato ridisegnato dal paesaggista Terry Guen. I precedenti arbusti sono stati rimossi e sostituiti con tre varietà di magnolia e più di due dozzine di alberi ornamentali.

Kamin ha rivolto la sua ammirazione all’architetto e sostiene che “i computer hanno dato a Gehry un’ inimitabile libertà formale per progettare la complessità della sua geometria”.

Il ponte ha ricevuto nel 2005 il premio “Excellence in Sturctural Engineering: Award of Merit” della Structural Engineers Association of Illinois e il “Prize Bridge: Merit Award” della National Steel Bridge Alliance.

( JUSTINREZNICK.COM )

( JUSTINREZNICK.COM )

© riproduzione riservata