Il progetto compie una vera e propria azione di rivitalizzazione del quartiere argentino Parrique Patricios, comportando un impatto ambientale e sociale estremamente positivo sulla città. Stilisticamente parlando, la struttura è definita da un’architettura in linea con il contesto, volta a rafforzare il carattere unico del sito tramite la scelta e l’ausilio di materiali che rimandano al passato industriale e artigianale della zona. Alla volontà di riallacciarsi allo stile del contesto precedente, si combina armoniosamente un design ecocompatibile.

L’organizzazione planimetrica risulta essere fortemente flessibile poiché organizzata secondo una griglia di pilastri strutturali. Ciò ha permesso, nel corso del tempo, una facile conversione funzionale all’interno, da sede per il banco Ciudad a edificio governativo. Al giorno d’oggi gli ambienti interni presentano un’articolazione varia caratterizzata principalmente dalla presenza di uffici, servizi, quali una caffetteria, e un auditorium.

La hall dell’edificio funzionale risulta definita da un atrio alto quattro piani caratterizzato dalla sequenza di terrazzamenti a gradoni che sfruttano tutta l’altezza presente. Tali spazi ospitano prettamente aree di lavoro, aperte e connesse fra loro, poiché volte a promuovere e ad incentivare lavori collettivi, andando, in questo modo, a valorizzare l’importanza della comunità.  Inoltre, vi è un forte legame visivo con il parco adiacente, che conferisce ulteriore valore, sia estetico che funzionale, alla struttura stessa.

Buenos Aires Ciudad Casa De Gobierno, interno. From: www.archdaily.com

La dinamicità espressa tramite la disposizione degli spazi interni si riflette anche nelle scelte progettuali attuate in termini strutturali. La copertura, infatti, assume un andamento ondulato, sorretta da pilastri a sezione circolare si configura, all’esterno, come una tettoia volta ad ombreggiare il piazzale di ingresso.

L’innovazione dell’intero quartiere è avvenuta grazie all’attenzione posta nei confronti del contesto sociale, ma anche in merito allo studio e alle analisi del clima locale. Difatti, dal punto di vista ambientale, Il Buenos Aires Ciudad Casa De Gobierno è il primo edificio pubblico argentino ad aver raggiunto la classificazione per la sostenibilità secondo il sistema LEED. Ciò è stato possibile poiché al suo interno sono state applicate scelte progettuali al fine di aiutare naturalmente la regolazione termica degli spazi. Inoltre, le vetrate che caratterizzano il prospetto sono oscurate da lamelle orientate in base al percorso del sole, in modo da consentire un risparmio di energia e una ventilazione naturale.

© riproduzione riservata