Il progetto per un Museo nel polo universitario della città di Alicante (Spagna), opera dell’architetto locale Alfonso Payà, mostra un chiaro esempio di come l’architettura a servizio del pubblico abbia bisogno di collegamenti multipli e di un isolamento controllato dal contesto circostante.

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @XavierGarciaiMarlí @Parklex

Situato al termine dell’impianto universitario, il lotto destinato al museo si affaccia a confine con l’autostrada regionale limitrofa, fonte di traffico e rumore; da questo dato nasce l’esigenza di isolamento dell’edificio dal contesto.

La soluzione, semplice ma efficace, ha previsto la costruzione di un volume ipogeo, contenete spazi espositivi e servizi che viene coperto da una sottilissima vasca d’acqua, da cui emerge il volume principale. L’accesso avviene tramite una rampa che irrompe nella superficie d’acqua e arriva allo spazio biglietteria e uffici, da cui è possibile muoversi nelle sale delle esposizioni temporanee, servite da luce naturale tramite lucernari in copertura, e negli spazi biblioteca e del doppio auditorium, interno ed esterno all’edificio.

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @corfone+partners

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @corfone+partners

Tutti gli ambienti ipogei trovano a loro volta affaccio sulla piazza scavata alla quota inferiore in cui viene collocato il volume principale del complesso destinato alle esposizioni permanenti. Come una scatola in corten sollevata da terra, il volume presenta al suo interno ambienti flessibili e spaziosi sorretti da una struttura metallica in travi reticolari, disposte a passi regolari e collegate al suolo tramite dispositivi a cerniera.

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @XavierGarciaiMarlí @Parklex

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @fernandocarrasco.photoshelter.com

L’architettura, che dà forma agli spazi urbani della socialità, ha assunto diversi ruoli nei secoli e l’atto progettuale segue ideologie e pensieri dell’epoca in cui si trova. Ricercare l’interiorità e l’integrità negli edifici è forse il tema di dibattito attuale, una via da percorrere in salita, ragionando su come i progetti possano essere inseriti in uno spazio fisico definito, adattandosi ai luoghi e alle genti rendendo se stessi vivi e attrattivi per i fruitori.

MUA Museo dell’Università di Alicante, Alfredo Paya Arquitecto. Alicante, ES. Credits @XavierGarciaiMarlí @Parklex

© riproduzione riservata