“Un’ostrica con un guscio duro esterno che racchiude elementi fluidi e morbidi all’interno, con una copertura “temprata” che costituisce uno scudo protettivo dall’intenso sole del Mediterraneo.”

Salerno terminal Zaha 2

Il 25 aprile 2016, nel giorno della festa nazionale della Liberazione, è stato inaugurato il nuovo Terminal Marittimo di Salerno, un progetto di Zaha Hadid.

Il concorso internazionale indetto nel 2000 dall’amministrazione pubblica fu vinto dallo studio Zaha Hadid Architects.

Situato sul Molo Manfredi, tra il porto commerciale e il lungomare cittadino, Il Terminal si sviluppa su una superficie di 4.5000 mq distribuiti du due livelli.

Salerno terminal Zaha 4

Con questo progetto, l’architetto intende sottolineare “l’insistente differenziazione degli spazi” e la dinamicità della struttura dentro la quale i passeggeri “vanno alla deriva”. L’illuminazione guida i passeggeri attraverso l’architettura e di notte quest’ultima assume la funzione di “faro” per il porto oltre ad essere una vera e propria attrazione turistica.

La dinamicità dell’intera architettura è data dalla struttura aggettante del terminal rappresentando così

“una dolce transizione tra la terra e il mare, un paesaggio artificiale in costante mediazione, o quasi fusione, tra lo stato solido e liquido ”.

Schermata 2016-05-02 alle 22.48.30

Torna presente una delle caratteristiche tipiche delle architetture della Hadid, il continuo negoziare fra interno ed esterno e l’esplosione delle forme in un contesto urbano già predisposto. Il dissolvimento delle forme architettoniche classiche viene meno anche in questo progetto, creando così uno stretto legame fra forma e funzione, concetto non propriamente decostruttivista ma comunque alla base dell’architettura.

La forma sinuosa e dinamica si presta ad accogliere un flusso incessante di visitatori e passeggeri.

Salerno terminal Zaha 3

La struttura, non ancora attiva, presenta spazi amministrativi, la biglietteria, il ristorante e i terminal per traghetti e navi da crociera, con aree ben distinte e separate.

Dalle terrazze e dalle enormi vetrate, il terminal offre una particolare vista della Costiera Amalfitana e del golfo di Salerno.

Ancora una volta l’architetto a saputo interiorizzare le caratteristiche morfologiche e urbanistiche della zona su cui intervenire e riproporle sotto forma di architettura.

“Questo straordinario lavoro si aggiunge a tutto ciò che Salerno sta facendo per trasformarsi e penso che sia meraviglioso. E ‘anche un modo per ricordare il grande genio che Zaha Hadid è stata.”

Sono queste le parole che il Premier Renzi ha pronunciato all’inaugurazione, ricordando espressamente l’architetto scomparsa di recente.

Salerno terminal Zaha 1

Salerno terminal Zaha

© riproduzione riservata