L’edificio della Stairway House è situato in una zona residenziale di Shinjuku, noto quartiere di Tokyo per le sue strade affollate e la vita notturna; nasce e sostituisce una più piccola e vecchia proprietà con struttura in legno che era stata sovrastata dai condomini nelle strette vicinanze.

Poste come esigenze quelle di ospitare nella medesima abitazione tre generazioni della stessa famiglia e quella di preservare un albero di cachi, piantato dai precedenti occupanti, lo Studio Nendo elabora un progetto che prevede, sul retro, un fronte totalmente vetrato, mentre per il fronte anteriore mantiene un’estrema semplicità progettandolo privo di finestre e con una linea pulita e lineare.

Fronte posteriore, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

 

Fronte anteriore, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

Lo sviluppo dell’abitazione può costituirsi di quattro fasi principali che tramite dei giochi di svuotamenti, dilatazioni e connessioni conferiscono all’edificio un carattere interessante e a dir poco convenzionale.

Si procede con una prima fase di offset nella quale si provvede a “limitare” lo spazio per la vera e propria abitazione; per poi avanzare con un’azione di apertura che prevede la parete completamente vetrata, verso sud; si avanza con una procedura di connessione tra i vari piani dell’edificio e si conclude con una fase di dilatazione della struttura da una parte verso il cielo e dall’altra verso la città.

Fasi di realizzazione, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

In un primo momento si focalizza l’attenzione al nucleo familiare più anziano, e i loro animali domestici, al quale viene attribuito il piano terra dell’edificio, di più facile accesso, per poi assegnare i piani superiori alla coppia più giovane e al loro bambino.

 

Per evitare l’isolamento e soddisfare alla connessione tra le parti, lo Studio Nendo decide di erigere una struttura simile ad una scala che da una parte unisce i vari livelli della casa, fino al tetto, e dall’altra riveste un ruolo tipicamente funzionale in quanto al suo interno inserisce i servizi igienici, una piccola sala giochi per gli animali domestici e un’ulteriore scala interna per un uso reale.

Scala interna all’interno della struttura della scala, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

Servizi igienici all’interno della struttura della scala, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

Questo elemento corre dal giardino sul retro e attraversa la facciata vetrata fino all’ultimo piano, integrandosi perfettamente con il resto dell’ambiente mantenendo un carattere sobrio e leggero.

I gradini esterni, compresi quelli che si trovato nel cortile ghiaioso, sono stati ornati con una notevole selezione di piante in vaso a foglia che contribuiscono a sottolineare la connessione tra i vari piani e creano degli spazi di condivisione tra le due famiglie.

La grande scala culmina all’ultimo piano con una serra semi-esterna con vegetazione rigogliosa che viene costantemente “bagnata” e “irrorata” dal sole che entra dalle ampie vetrate.

Le scelte di arredo della casa seguono in modo lineare lo stile che presenta l’intera abitazione: si prediligono colori tenui e neutri mentre per i pavimenti la scelta ricade inevitabilmente sul parquet.

Arredamento interno, Stairway House, Tokyo, © nendo.jp

 

La Stairway House in prima battuta mette in luce la differente mentalità e capacità di progettare, tipicamente giapponese, avendo cura di rispettare l’ambiente, la natura e il forte legame che l’uomo ha con questi ultimi, e in secondo luogo sottolinea come la cultura dell’abitare orientale sia fortemente distante da quella, non solo italiana, ma europea.

© riproduzione riservata