di Martina Scacciatella

Reflections at Keppel Bay è un complesso di edifici progettati in modi differenti ma accomunati dalla scelta di materiali e dal linguaggio formale dei prospetti. Il nome del complesso, Reflections, deriva dalla sua posizione all’interno della Keppel Bay, tanto vicina alla riva da essere riflessa nelle sue acque. Ma non solo, così come gli edifici si rispecchiano nell’ acqua così essi fungono da specchio per l’ambiente circostante.

Tipologie abitative

Le tipologie abitative proposte dallo studio di progettazione di Daniel Libeskind si adattano perfettamente alla sfida che i progettisti affrontano lavorando in contesti come quello di Singapore: la costruzione di edifici ad alta densità a causa del costo esorbitante del terreno. Nell’area complessiva di due milioni di metri quadrati l’architetto invece di pensare edifici di densità simile, propone due diversi tipi di alloggi: undici edifici a blocco, disposti in modo da seguire l’andamento della costa, che raggiungono un’altezza di sei o otto piani e sei edifici a torre che hanno altezze variabili da 24 a 41 metri per un totale di 1129 unità abitative.

Reflections at Keppel Bay _ Posizione del complesso abitat ivo; tra il campo da golf e il porto storico, Singapore, Cre dits © libeskind.com

Reflection showing Marina at Keppel Bay, yachts, sea view, Singapore, Credits © libeskind.com

Peculiarità progettuali

Le sei torri sono il fulcro dell’intero progetto che rendono riconoscibile l’impronta stilistica dell’architetto e che richiamano il progetto dello stesso Libeskind per il complesso di CityLife a Milano.

Grazie alle loro forme ricurve e sinuose, orientate in modo differente le une dalle altre, generano spazi sempre diversi tra le strutture e permettono di rendere unico ogni livello: lo Studio Libeskind punta su un cambiamento nella vita dei grattacieli in base al quale due interni non condividono la stessa prospettiva e ogni residente gode di una propria individualità e riservatezza. Nessuna delle torri ha piani in allineamento esatto con il piano sopra o il piano sotto e ogni cellula abitativa ottiene il massimo dei comfort in termini di irraggiamento solare e di ricambio dell’aria godendo di una vista privilegiata sul paesaggio circostante, sull’oceano, sui campi da golf, sull’Isola di Sentosa e sul Monte Faber.

Reflections at Keppel Bay _ Spazi comuni, Singapore, Credits © libeskind.com

Scelte tecnologiche dei rivestimenti esterni

La struttura portante delle torri è realizzata in acciaio con una pelle in vetro, a bassa emissività per ridurre la trasmissione di calore, che in alcuni punti lascia intravedere lo scheletro che continua oltre la copertura in modo da innalzare ulteriormente le torri e dare una sensazione di dissolvenza della loro presenza. Per gli edifici a blocco lungo la costa invece è stato previsto l’impiego di alluminio anodizzato rivestito che crea una superficie luminosa e fornisce ulteriore isolamento.

I sistemi tecnologici all’avanguardia impiegati e riconoscimenti conferiti

Le scelte di natura estetica e tecnologica hanno fatto sì che il complesso registrasse numerosi premi e riconoscimenti, 2013 – Universal Design Mark Award, Platinum – Building and Construction Authority of Singapore;

2012Top CONQUAS® (Construction Quality Assessment System) score of 95.5% for high rise residential project – Building and Construction Authority of Singapore;

2011Emporis Skyscraper Award, Top 10, solo per citarne alcuni, ma tra tutti spicca quello del BCA Green Mark Gold Awardconferito al complesso nel 2008 per l’uso intelligente di tecnologie all’avanguardia al fine di limitare il suo impatto sull’ambiente. I punti salienti che hanno determinato l’assegnazione di questo riconoscimento vanno dal sistema di recupero delle acque piovane nel sottosuolo che grazie a cisterne collegate con l’impianto di irrigazione, offrono una sufficiente scorta d’acqua per la vegetazione e gli ampi spazi verdi circostanti fino ad arrivare ad un sistema di filtrazione dell’acqua naturale, anziché sostanze chimiche, per la disinfestazione e la reimmissione nelle piscine delle acque di scolo evitando così la contaminazione dell’ambiente naturale di Singapore. Ulteriore attenzione è stata posta alla progettazione del verde che incornicia l’insediamento e qualifica gli spazi in modo da mantenere controllato il microclima interno, ogni elemento naturale è pensato e posizionato in modo da ridurre la temperatura del suolo, così da formare isole d’ombra sotto le quali sostare. L’impiego di pannelli solari e fotovoltaici capaci di soddisfare l’esigenza di ogni edificio e l’uso di illuminazione artificiale a LED in grado di contenere i costi di gestione del complesso completano lo schema del sistema tecnologico all’avanguardia del complesso.

Lo studio Daniel Libeskind con questo progetto è stato in grado di mettere in gioco la sua personale idea di architettura; plastica e scultorea unendola a un sistema tecnologico all’avanguardia.

Reflections at Keppel Bay _ Contesto, Singapore, Credits ©libeskind.com

Reflections at Keppel Bay _ Planimetria, Singapore, Credits © keppelandlive.com

LEGENDA DELLE ATTREZZATURE (Numeri in rosso)

1.    Campo da tennis

2.    Reflecting pool (Piscina riflettente)

3.    Jacuzzi

4.    Clubhouse

5.    Piscina

6.    Piscina per bambini

7.    Palestra

8.   Giochi d’acqua

9.   Padiglione BBQ

10. Area giochi per bambini

 

© riproduzione riservata