A causa dell’emergenza COVID-19 numerosi musei e luoghi della cultura stanno intensificando le iniziative tramite i canali online al fine di intrattenere e incuriosire gli spettatori attivi sui social network.

LA QUADRIENNALE DI ROMA

La Quadriennale mette a disposizione del pubblico il patrimonio del proprio Archivio storico, con immagini, curiosità, aneddoti sui principali protagonisti dell’arte italiana, dal Novecento ad oggi, e il patrimonio di conoscenza dei giovani artisti e curatori del nostro Paese, dando voce ai partecipanti di Q-Rated, un progetto di formazione innovativo dell’ultimo biennio. Il presidente di Quadriennale, Umberto Coppi, ha dichiarato:

È un momento generale di grande mobilitazione e compattamento del mondo della cultura. Online ognuno condivide le proprie collezioni e Quadriennale vuole fare la sua parte, con inediti percorsi di esplorazione degli incredibili materiali del suo Archivio, immagini e storie che ripercorrono la storia dell’arte italiana del Novecento.

Quadriennale Roma – Credits www.quadriennalediroma.org

Sarah Cosulich, direttore artistico, aggiunge:

Viviamo un momento pieno di difficoltà, dubbi e inquietudini ma ricco di opportunità per pensare, leggere, guardare. Vogliamo diffondere le voci dei giovani artisti e curatori con i quali abbiamo lavorato in questi due anni per continuare a farli conoscere e scoprire come gli immaginari di chi vive di arte si confrontano con un mondo improvvisamente cambiato.

LA PROGRAMMAZIONE

Si articoleranno in questo periodo quattro rubriche, fisse su Facebook e Instagram, che seguiranno la seguente programmazione:
Lunedì e martedì: #QGiovani presenta gli artisti italiani storicizzati, oggi rinomati, che da giovani hanno fatto la storia delle Quadriennali, come Scipione e Guttuso che, ventenni, partecipano alla prima edizione del 1931.

Quadriennale Roma – Credits www.quadriennalediroma.org

Mercoledì: #QAcquisizioni si prefigge di esplorare le opere acquistate alle Quadriennali d’arte da personalità di rilievo della cultura di allora, come Margherita Sarfatti o dallo Stato stesso, per le collezioni di importanti istituzioni pubbliche, come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.
Giovedì e venerdì: #TimeMachine continua l’esplorazione delle sedici edizioni della Quadriennale d’arte, dall’ultima del 2016 alla prima del 1931, con foto degli allestimenti e delle opere esposte.
Sabato e domenica: #InArchivioconSusi prevede storie, gossip, fotografie, note di costume, moda dai fondi storici dell’Archivio Biblioteca della Quadriennale.

Quadriennale Roma – Credits www.quadriennalediroma.org

#PENSIERIACASA

Ogni giorno sulle storie di Instagram la rubrica #pensieriacasa terrà compagnia al grande pubblico, il progetto consiste nella pubblicazione di un video al giorno con brevi filmati dei giovani artisti e curatori italiani partecipanti alle diverse edizioni di Q-Rated, che riflettono sulla situazione attuale con poesie, testi, disegni, performance e pensieri, dando forma a immaginari imprevisti.

Quadriennale Roma – Credits www.quadriennalediroma.org

L’ITALIA CHIAMÒ

La Quadriennale, infine, ha aderito alla campagna di solidarietà “L’Italia Chiamò”, trasmessa in live streaming sul canale YouTube del MIBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Il progetto prevede la pubblicazione di video-racconti sugli ultimi anni di attività della Fondazione: un documentario sull’ultima edizione della Quadriennale con le voci dei dieci curatori e reportage pronti ad analizzare le giornate trascorse dai giovani artisti e curatori italiani nell’ambito del programma Q-Rated, tenutosi nel biennio 2018-2019.

Quadriennale Roma – Credits. www.quadriennalediroma.org

In un momento così difficile per il Paese e per il Mondo intero è sicuramente utile non far “morire” l’arte, ma consentirle di riprodursi in spazi innovativi cercando una nuova dimensione d’espansione. I social network sono uno strumento utile per l’evoluzione della cultura, anche per trasmetterla ad appassionati e non al fine di superare il confine delle “sovrastrutture” imposte dalla mente umana.

© riproduzione riservata