Il mondo dell’arte contemporanea si sta rivoluzionando sempre di più e le grandi aziende, e non solo, concentrano il loro sguardo sui giovani artisti. JaguArt nasce proprio con questo intento: ricercare giovani talenti nel campo dell’arte. Il progetto nasce dall’incontro tra Artissima e Jaguar, i quali vogliono dare risalto e supporto all’arte contemporanea emergente. Si tratta di un road show in alcune delle più grandi città italiane. L’obiettivo è quello di dare maggior risalto ai giovani che eccellono nelle arti visive, permettendo loro di avere non solo maggiore visibilità, ma anche la possibilità di affrontare un percorso di crescita con il supporto di due importanti realtà. Il programma si sviluppa con la collaborazione delle Accademie di Belle Arti pubbliche e private e le gallerie d’arte contemporanea.

IL ROAD SHOW

Artissima e Jaguar ci credono e puntano tutto su questi nuovi talenti, i quali porteranno in gara le loro opere volte ad instaurare un dialogo tra eleganza e innovazione, temi fondamentali e centrali dell’identità della famosa casa automobilistica. Il road show partirà da Milano e approderà in ben 10 città italiane, coinvolgendo 10 concessionarie Jaguar, 10 gallerie d’arte contemporanea, 10 Accademie di Belle Arti e ben 10 artisti. Il percorso terminerà con l’edizione 2020 di Artissima. In ogni tappa la direttrice di Artissima, Ilaria Bonacossa, insieme ad una giuria, un artista o un curatore e un rappresentante della galleria madrina della città selezioneranno il talento che avrà l’occasione di partecipare ad Artissima 2020. I 10 vincitori avranno l’occasione di lavorare ad un progetto espositivo completamente innovativo, all’interno del quale potranno presentare la loro visione artistica e le loro opere. Il programma prevede ben venti diversi eventi, due per ogni tappa di questo road show, uno all’interno della concessionaria e l’altro presso la galleria madrina.

I PARTECIPANTI

A Torino, il 28 gennaio 2020, si è tenuta la seconda tappa di questo lungo percorso all’interno della concessionaria Jaguar BiAuto Club. La giuria, composta da Ilaria Bonacossa, Gaspare Luigi Marcone, curatore e Davide Mazzoleni, direttore della Galleria Mazzoleni, ha selezionato come vincitore Luca Arboccò con il lavoro Three Channels (Trompe l’Oeil). Oltre ad Arboccò, i giovani talenti che hanno partecipato all’evento sono Silvia Cioni, Qipeng Deng, Fe Mitikafe e Alice Visentin. Gli artisti hanno tutti dimostrato un approccio totalmente nuovo all’interno delle arti visive, portando in esposizione opere dalla forte carica espressiva e visiva. Luca Arboccò, il quale ha avuto il piacere di ricevere il premio in questa seconda tappa del road show, a voluto esplorare i limiti e le possibilità del linguaggio contemporaneo con tecniche eterogenee. Il suo lavoro porta in mostra un carattere cromatico molto importante, tra la bidimensionalità e la tridimensionalità, creando il perfetto connubio tra stampa e pittura. 

ARTISSIMA E JAGUAR

Artissima e Jaguar sono due importanti realtà, le quali mirano a supportare la cultura e l’arte italiana. Artissima è la prima fiera internazionale d’arte contemporanea in Italia, tra le dieci migliori al mondo. Il suo obiettivo è quello di ricercare le nuove sfumature del panorama artistico, volgendo attentamente lo sguardo alla dimensione curatoriale e al talent scouting. L’organizzazione è curata da Artissima srl, società della Fondazione Torino Musei, nata nel 2008. Il brand Jaguar, invece, continua a mantenere inalterato il prestigio ottenuto sin dalla fondazione di questa importante casa automobilistica, rafforzando, ogni anno, la sua identità attraverso la cura del marchio e ascoltando le esigenze dei clienti, ricercando dettagli di grande eleganza e rimanendo aggiornati sulle tantissime innovazioni che si sono fatte strada nel settore.

© riproduzione riservata