Luoghi di cultura, è così che si configurano le accademie straniere nel nostro immaginario collettivo. Spazi in cui l’arte può esprimersi al massimo, sostenendo giovani artisti. Questo è l’obiettivo di Spazi Aperti. Il progetto, ideato dall’Accademia di Romania in Roma, è dedicato a tutti quegli artisti contemporanei in residenza presso gli istituti culturali. Si tratta di un evento unico, arrivato alla sua diciottesima edizione.

SPAZI APERTI 2020

Il progetto ha in programma una grande mostra collettiva. Tutto è iniziato nel 2002, dagli artisti romeni titolari della borsa di studio “Vasile Pârvan“. Questa edizione è, naturalmente, diversa dalle precedenti a causa del lockdown in cui sono costretti, ancora, molti paesi. L’iniziativa non consente di visitare ed organizzare fisicamente l’esposizione, quindi sarà possibile fruire delle opere degli artisti dal 1° al 15 giugno 2020, direttamente online. Il sito web, al quale fare riferimento, è spaziaperti.academy; la piattaforma sarà disponibile per un anno, fino ad aprile 2021.

Locandina di Spazi Aperti
Credits: Accademia di Romania

UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER L’ARTE CONTEMPORANEA

Con il sostegno dell’Istituto Culturale Romeno, il progetto mira ad invitare gli artisti all’interno degli spazi dell’accademia e ad incoraggiare collaborazioni e nuove iniziative. Gli spazi diventano il punto di riferimento per tantissimi artisti da tutto il mondo, permettendo loro di creare un tessuto di connessioni. L’Accademia di Romania diventa uno spazio unico, all’interno del quale è possibile entrare in contatto con tantissime culture. In questo modo è possibile creare un laboratorio creativo dove ognuno può esprimere le sue idee, sensazioni ed emozioni. L’evento è riconosciuto come fondamentale all’interno del panorama accademico e artistico di Roma. Tantissime le visioni e le opere esposte; il progetto vanta quasi vent’anni di tradizione e si configura come unico e fondamentale nell’ambiente dell’arte contemporanea, venendo apprezzato da critici, conoscitori e amanti dell’arte.

UNA REALTÀ MULTICULTURALE

Un altro obiettivo centrale nell’organizzazione dell’evento è quello di far risaltare una realtà multiculturale, forse poco conosciuta. La Capitale italiana si mostra come centro e fulcro di approdi e partenze da ogni parte del mondo. La mostra mira a raccontare l’arte di artisti stranieri residenti a Roma, creando connessioni e progetti internazionali o, addirittura, mondiali. L’evento, che si svolgerà online, includerà un ampio portfolio di opere d’arte. Contestualmente all’inizio dell’esposizione, i titolari della borsa di studio “Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania, Lucia Ghegu e Alexandra Oancea, esporranno nel parco dell’edificio una serie d’installazioni dedicate a questo evento. In questo modo i passanti avranno la possibilità di ammirare le opere, senza bisogno di accedere al cortile dell’accademia.

Le opere di Spazi Aperti, 2020
Credits: @Accademia di Romania

L’ACCADEMIA DI ROMANIA

L’Accademia di Romania mette a disposizione all’interno della piattaforma online, contenuti personalizzati. I giovani artisti potranno intervenire online, dando libero sfogo alla loro creatività. Il sito funge da supporto, pronto ad archiviare tutte le opere prodotte. Tra gli artisti partecipanti a Spazi Aperti ci sono i residenti delle accademie: Real Academia de España, Accademia Tedesca Roma, Accademia di Romania in Roma e BSR, The British School at Rome. Il tema della mostra collettiva è “We are asking you out“. Si richiede agli artisti di abbandonare la loro comfort-zone, di lasciarsi andare, soprattutto nel contesto globale che stiamo vivendo.

© riproduzione riservata