Frutto della collaborazione tra Lavazza e Città di Torino, TOward2030. What are you doing? è un innovativo progetto di divulgazione della cultura della sostenibilità, espressa attraverso il linguaggio dell’arte urbana.

A Torino, 17 opere per 17 obiettivi

Celebri street artist, italiani e non, sono stati radunati a Torino, per ideare e realizzare 17 opere murali ispirate ai  Sustainable Development Goals elaborati dall’ONU. A questi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, dal 2015 inglobati nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, si è aggiunto, tre anni dopo, il Goal Zero di Lavazza: la divulgazione degli obiettivi stessi.  Proprio per il raggiungimento di questo traguardo fondamentale, l’azienda italiana si è  impegnata direttamente, mettendo in campo un programma di coinvolgimento dei propri stakeholder.

In questo modo, il capoluogo piemontese, già noto per la sua tradizione muralistica, ha assunto le vesti di città ambasciatrice dei Goal nel mondo; Torino diventa megafono dell’urgenza di trasformare il pianeta in un luogo più sostenibile”, per usare le parole di Francesca Lavazza.

Street art ai Musei Reali

Toward2030 ha visto la luce in strada, ma oggi approda ai Musei Reali di Torino, come ospite d’onore dello Spazio Confronti della Galleria Sabauda e del Boschetto dei Giardini Reali.

La street art diviene così protagonista assoluta di una duplice mostra, visitabile fino al 17 gennaio 2021, a cura di Roberto Mastroianni e Filippo Masino, che racconta le 18 opere e i loro autori, attraverso video e scatti realizzati da una figura simbolo della urban art stessa, Martha Cooper.  Il lavoro di quest’artista offre la possibilità di condividere il suo personale sguardo sul mondo dei graffiti, fruibile attraverso la documentazione fotografica del lungo processo di realizzazione dei murales.

 

La potenza disvelatrice dell’arte 

L’urlo di aiuto del nostro stesso pianeta è sempre più soffocato dalla frenesia della vita quotidiana, ed è per questo che occorrono muri imponenti e colori brillanti per catalizzare, anche solo per un istante, l’attenzione dei cittadini del mondo su un problema urgente, che riguarda il loro stesso futuro.

A questo proposito, Erica Pagella, direttrice dei Musei Reali di Torino, sottolinea l’efficacia del linguaggio della street art affermando che “il lavoro degli street artist selezionati per TOward2030 […] induce a riflettere sulla potenza disvelatrice dell’arte, oggi come nel passato, e sulla inesauribile attualità della pittura fatta di gesto e di materia” 

Immagine di copertina: uno scatto dalla mostra fotografica con le opere di TOward2030. What are you doing?. Credits: Andrea Guermani
© riproduzione riservata