Dal 9 ottobre 2019 prende il via Canova. Eterna bellezza, una mostra-evento dedicata al legame di Canova con la città di Roma che, fra Settecento e Ottocento, fu la fucina del suo genio e un’inesauribile fonte di ispirazione. Una mostra ma anche un omaggio all’artista, che si inserisce nel solco delle iniziative a lui dedicate, come Canova e l’Antico per tre mesi visitabile al MANN, uno dei più grandi gioielli della città di Napoli. Si è tentato qui di indagare un rapporto, quello tra lo scultore e la città, che emerge in una miriade di aspetti unici e irripetibili.

Forti di un allestimento curato e altamente scenografico, le oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi animano le sale del Museo di Roma in Palazzo Braschi: in uno spettacolare gioco di luci e ombre, tra eleganti movenze e apparizioni di mitiche divinità, l’esposizione capitolina racconterà in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò una volta giunto nell’Urbe nel 1779.

Antonio Canova, Amorino alato. Credits: Museo di Roma

Un trasferimento fortemente voluto dall’artista stesso che intendeva, nella città papalina, affinare la sua arte, stabilendo qui nel 1803 il suo studio al Campo Marzio. Il percorso espositivo ci offre oggi la suggestione delle calde atmosfere date dal lume di torcia, attraverso soluzioni illuminotecniche ad hoc.

A definire la trama e lo spessore di questo emozionante racconto, non si possono non segnalare i preziosi prestiti provenienti da importanti Musei e collezioni nazionali ed estere: l’Ermitage di San Pietroburgo, i Musei Vaticani e Capitolini, la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, il Museo Civico di Bassano del Grappa, il Museo Correr di Venezia, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, le Accademie di Belle Arti di Bologna e di Ravenna, l’Accademia Nazionale di San Luca, il Musée des Augustins di Toulouse, i Musei di Strada Nuova-Palazzo Tursi di Genova, fino al Museo Civico di Asolo solo per citarne alcuni.

Antonio Canova, Genio della morte. Credits: Museo di Roma

La mostra Canova. Eterna bellezza, promossa e prodotta da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali Arthemisia, organizzata con Zètema Progetto Cultura e curata da Giuseppe Pavanello, è ospitata fino al 15 marzo 2020 al Museo di Roma. La mostra è realizzata in collaborazione con l’Accademia Nazionale di San Luca e con Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno.

Antonio Canova, Danzatrice. Credits: Museo di Roma

Dettagli evento

Luogo:
Museo di Roma - Palazzo Braschi Ingresso da Piazza Navona, 2 e da Piazza San Pantaleo, 10
Date:
09/10/2019 - 15/03/2020
Orario:
Tutti i giorni ore 10 - 19 (la biglietteria chiude alle 18)
Costo:
Intero € 13,00 Ridotto € 11,00
© riproduzione riservata