Connessione, esperienza e creatività: sono questi i tre elementi fondamentali che il progetto Dominio Pubblico si prefigge di trasmettere. Questa iniziativa nasce insieme al MILLENNIALS A®T WORK – MA®T, nel 2017, grazie al sostegno del Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale: l’obbiettivo principale è quello di diffondere e promuovere la fruizione culturale tra le giovani generazioni, i cosiddetti Millennials. Il progetto mira alla promozione di diverse discipline artistiche contemporanee, realizzando incontri e attivitàattraverso le quali i ragazzi possano interagire e arricchirsi. Dominio Pubblico si concentra, come ogni anno, sul formare un pubblico under 25; la produzione artistica, di questa edizione, è stata affidata a una squadra di street artist che hanno lavorato con più di 100 giovani, entrando in stretta connessione con il tessuto urbano e i quartieri di Roma.

Via del Commercio
Credits: @Ufficio Stampa Dominio Pubblico

Il festival Dominio Publico_ la città agli under 25 si svolge, da sei anni a questa parte, nel mese di giugno. Le iniziative e gli incontri, documentati da reportage fotografici, si sono tenuti al Teatro India, allo Spazio Rossellini e nelle scuole che hanno partecipato al progetto: Roberto Rossellini, Socrate, Caravillani e Ripetta. I laboratori hanno preso il via nella giornata del 30 ottobre, giorno in cui tutto il progetto è partito, terminando il 25 novembre. La manifestazione, però, ha proseguito con i suoi eventi, che si concluderanno il 5 dicembre 2019. Roma, grazie a questa iniziativa diventa la città della street art, dell’architettura, della poster art, dei graffiti e della fotografia urbana: tutti temi e discipline che sono state approfondite attraverso le diverse attività dai ragazzi, che hanno potuto collaborare fianco a fianco con gli artisti, creando le loro opere e curando visite guidate ad hoc.

Dominio Pubblico fa parte del programma di  “Contemporaneamente Roma 2019” promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE. Tra i partner di questa edizione troviamo ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, il Teatro di Roma – Teatro Nazionale e il Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma. Il progetto vuole mostrare ai giovani le tante porte che possono aprirsi nel loro futuro, non soltanto vivendo e sentendo la loro città, ma anche entrando nel vivo dei nuovi modelli di gestione culturale attraverso il networking, in stretta connessione con molteplici realtà, le quali mirano allo stesso obbiettivo: l’innovazione creativa, culturale e di dare la possibilità, alle nuove generazioni, di fare nuove esperienze e di entrare il contatto con realtà sconosciute, in vista di una loro evoluzione lavorativa e personale.

La scelta del direttore artistico Tiziano Panici e del curatore Paolo Colasanti è quella di dare rilievo soprattutto agli artisti locali, i quali hanno segnato, in modo positivo, il tessuto della Capitale. Tra questi le maggiori firme che hanno preso parte al progetto sono Lucamaleonte, Solo + Diamond, Jb Rock, Gojo; per i laboratori con le scuole e la Poster Art Marta Di Meglio e STOKER; per la fotografia urbana Officine Fotografiche; per i graffiti Graff Dream.

Dettagli evento

© riproduzione riservata