Presto verrà pubblicato il nuovo libro di Paolo Spadacini, edito da Skira, che raccoglie 101 ritratti fotografici di persone dello spettacolo che da sempre hanno combattuto la violenza contro le donne. Alla presentazione di mercoledì 13 febbraio al Teatro Parenti di Milano, troveremo alcuni di coloro che hanno prestato il proprio volto e il proprio cuore alla causa, come Michelle Hunziker, Don Mazzi, Paolo Veronesi, Massimo Lopez, Josè Altafini, Carlo Delle Piane e Renato Mannheimer.

L’autore, Paolo Spadacini, dopo la laurea in Scienze Politiche, diventa assistente di alcuni dei più grandi fotografi degli anni ’70. Si specializza poi in moda e still life e apre un suo studio fotografico, coltivando sempre la sua grande passione per il reportage, che lo porterà a viaggiare in giro per il mondo. Nel 1981 diventa il Direttore Commerciale di Publitalia per poi nel 1990 aprire la sua prima agenzia pubblicitaria, la “Show Up”, e nel 2003 la sua attuale agenzia “The Beef”. Insieme a diversi fotografi e registi, come per esempio Tornatore e Muccino, realizza campagne pubblicitarie che hanno avuto diffusione internazionale, come quelle per Moschino, il Corriere della Sera, Stroili Oro, la San Benedetto, Morellato, Swatch e molte altre.

Collabora poi con diverse università, come la Bocconi e la Statale di Milano, presentando agli studenti le sue esperienze nel mondo del marketing e della pubblicità. Nel 2003 riprende la sua attività di fotografo e, grazie alle sue doti e alle conoscenze nel mondo dello spettacolo, si guadagna il titolo di grande ritrattista delle celebrities. Ad oggi il suo book conta più di 100 soggetti, fra cui Giorgio Armani, Margherita Hack, Alessandro Del Piero, Alessia Marcuzzi, Ilary Blasi, Umberto e Paolo Veronesi, Laura Chiatti, Belén Rodriguez e Vittorio Sgarbi. Trova infatti la sua vera musa nella persone e questa ricerca lo porta in giro per il mondo con l’obiettivo di immortalare la storia che si nasconde dietro il viso di chi incontra. Pubblica così i suoi due libri “INDIA volti del Rajasthan” e “ULTIMI SORRISI il Nepal negli occhi di Siddhartha” insieme ai suoi ultimi due reportage sul Tibet e sulla Birmania.

Per il suo ultimo libro sono ben 101 le personalità, fra uomini e donne, che si sono fatte avanti per contribuire all’iniziativa: infatti parte dei fondi raccolti con la vendita del libro sarà devoluta alla Fondazione Doppia Difesa Onlus, fondata da Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno, che dal 2007 sensibilizza l’opinione pubblica e aiuta le vittime di discriminazioni, abusi e violenze, tutelando le donne in difficoltà.

Il libro si occupa di un tema molto delicato, di cui purtroppo ogni giorno sentiamo nuove notizie alla televisione e sui giornali: la violenza sulle donne. E sono proprio i dati riportati dall’Istat ad allarmare, sapendo che in gran parte le violenze subite non vengono ancora denunciate: il 31,5% delle donne dai 16 ai 70 anni (6 milioni 788 mila) ha subito almeno una volta una qualche forma di violenza fisica o sessuale, circa l’8,9% delle lavoratrici fra i 15 e i 65 anni (1 milione 403 mila) ha subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro (stimando che solo una donna su cinque ha raccontato poi la propria esperienza, temendo di perdere il proprio posto di lavoro), il 13,6% (2 milioni 800 mila) ha subito violenze dal proprio partner o ex partner mentre un altro 13% da persone conosciute, come amici, parenti, colleghi di lavoro.

Dai dati sappiamo che la violenza sulle donne è un fenomeno trasversale poiché attraversa diversi status sociali e non sempre determinato da una mancanza di istruzione. Negli ultimi cinque anni però osserviamo segnali di miglioramento, con una maggiore consapevolezza da parte delle donne, soprattutto delle più giovani, che reagiscono nel maggiore dei casi allontanandosi dall’aggressore e cercando aiuto. Tuttavia sono in aumento i dati che riportano le violenze sulle madri sotto gli occhi dei figli e soprattutto rimane sempre alto il numero di vittime che non rivela a nessuno l’accaduto o che non denuncia il fatto.

L’obiettivo di questo libro infatti è sicuramente quello di sensibilizzare il più possibile il pubblico, illustrando alle vittime una soluzione e educando gli aggressori al rispetto dell’altro, nella speranza di migliorare la vita di tutti.

Dettagli evento

Luogo:
Teatro Parenti di Milano, Sala Testori, ingresso via Botta
Date:
13/02/2019 - 13/02/2019
Orario:
alle 18:30
Costo:
Ingresso gratuito