Dal 4 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 il Museo della Permanente di Milano ospiterà per la prima volta Utagawa Kuniyoshi ; pittore e disegnatore giapponese. L’artista conosciuto per il suo carattere estremamente particolare e per l’originalità delle sue opere, viene considerato uno dei più grandi maestri della pittura e della silografia giapponese in stile ‘ukiyo-e. La traduzione del termine ukiyo-e  sta proprio ad indicare l’ “immagine del mondo fluttuante” , ed  è un genere di stampa artistica su carta in stile giapponese, impressa con matrici di legno, fiorita tra il XVII e il XX secolo secolo. La tecnica artistica giapponese riguardante la stampa su carta, impressa con matrici di legno ,ebbe così tanto successo che influenzò anche la cultura dei manga, degli anime e dei tatuaggi. La mostra, intitolata “Kunyioshi. Il visionario del mondo fluttuante”, prodotta da MondoMostre Skira e curata da Rossella Menegazzo, presenterà la strabiliante capacità tecnica e inventiva di questo maestro visionario attraverso 165 opere, provenienti dalla Masao Takashimacollection. La mostra si presenta divisa in cinque sezioni tematiche, ognuna con le proprie opere d’arte:

 

1.” Beltà”

Questa sezione è dedicata principalmente alla figura femminile; un soggetto a cui l’artista si dedicò a partire dagli anni trenta dell’Ottocento. Le figure prese in considerazione rappresentano: le cortigiane, le geisha, le donne dei quartieri di piacere e delle case da tè, ma in molti casi anche donne comuni, madri con i figli o colte nella quotidianità della vita cittadina. Esse sono caratterizzate da una certa imponenza della figura, tracciata con linee semplici e decise, presentando un interessante senso del movimento che le rende più reali rispetto alle beltà idealizzate di altri maestri del Mondo Fluttuante.

2.“Paesaggi e vedute”

Utagawa Kuniyoshi-Teppozū

Nonostante le vedute di Kuniyoshi siano spesso parte di classiche serie sui luoghi famosi della Capitale Orientale o del monte Fuji, appare evidente il carattere di modernità che esse trasmettono, legato ad un’assimilazione puntuale delle tecniche pittoriche e compositive occidentali derivatagli da incisioni e calcografie europee. La forma ridondante delle nuvole e del fumo che si alza in ampie volute e campiture di colore diverse affiancate o sovrapposte, la resa di pieghe e ombre delle vesti, l’effetto di luce e ombra dato alle rocce, ma anche le inquadrature ardite, quasi fotografiche, raggiungono un effetto iper–realistico.

3.“Miti, eroi e guerrieri”

La fantasia e il genio di Kuniyoshi trovano massima espressione nelle immagini di attori, eroi e guerrieri, personaggi mitologici e storici del passato. La sua capacità si mostra tutta nel reinterpretare i racconti, tramandati per secoli attraverso libri illustrati e spettacoli teatrali. Ogni opera riguardante questa sezione abbonda di minuziosi particolari che compongono le scene, abitate da fantasmi, spiriti, mostri, esseri giganti, divinità e forze sovrannaturali come: draghi, carpe, mostri marini. Kuniyoshi naturalmente dedica le sue opere ad una figura in particolare che ritroviamo sempre: il samurai più famoso della storia, MiyamotoMusashi.

Il samurai MiyamotoMusashi è esempio di virtù e coraggio, che combatte con una sola spada una balena gigante.

3.1 ” Gli eroi del Suikoden” 

Questa sezione è dedicata invece agli eroi Suikoden, ovvero i guerrieri, che ci aiutano a comprendere quanto l’artista teneva a dedicare ad ogni semidio un ritratto che ne cogliesse il carattere, fisico e psicologico, oltre che l’abilità marziale, aggiungendovi l’elemento del tatuaggio. Le opere ricordano allo spettatore il romanzo Suikoden (pubblicato in italiano con il titolo I briganti), divenuto un vero e proprio best seller in Cina e in Giappone alla fine del Settecento e in cui si ritrovano le avventure  di una banda di briganti che si muovono a difesa del popolo stremato dalle ingiustizie e dalla corruzione governativa: personalità violente, potenti, armati, dai corpi muscolosi e coperti di tatuaggi che oggi ispirano manga, anime, tatuatori e disegnatori a livello internazionale.

4. “Giochi e parodie “

La sezione riguardante “giochi e parodie” ci fa scoprire un Kuniyoshi divertente, umoristico, giocoso, illusionistico; creatore di un mondo parallelo e visionario che trova nelle caricature e nei giochi di ombre la massima espressione, rimasta inimitabile nel tempo.

5. “I gatti di Kuniyoshi “

Non c’è dubbio che a Kuniyoshi piacessero i gatti. Yoshimune II raccontò che suo padre Yoshimune I, allievo diretto di Kuniyoshi, gli aveva riferito di come il maestro fosse sempre circondato da gatti, talvolta anche dieci, e tenesse in casa un altarino dedicato ai suoi felini defunti, come si usa nella tradizione buddhista per ricordare i familiari estinti, con tanto di tavolettta funebre riportante il loro nome.

L’arte di Kuniyoshi presenta moltissime novità che si intuiscono quando si osservano le sue numerose  stampe in cui sperimenta le tecniche grafiche occidentali o quando osa, in composizioni di grandi dimensioni, con giochi e parodie, riempiendo le scene di particolari minuti, caricandole di azione e realismo, anche quando i soggetti sono assolutamente surreali. L’abilità e la curiosità di Kuniyoshi lo portano a dar vita ad importanti novità in campo tecnico. La sua è stata e sarà sempre una figura molto intrigante, sia per l’interessante osservazione dei soggetti disegnati sia per la sua abilità tecnica. Tutto ciò ha dato vita ad un pensiero e una concezione d’arte che per generazioni verrà ricordata e tramandata.

 

Sede: Milano, Museo della Permanente, via Filippo Turati 34

Orari: tutti i giorni  dalle ore 9:30 alle 19:30 .

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Giorni e orari straordinari: 1 – 2 novembre; 8 dicembre; 25 – 26  dicembre; 1 e 6 gennaio dalle 9:30 alle 19:30

Biglietti (audioguida inclusa): 

Intero € 13,00

Ridotto € 11,00 : Visitatori dai 6 ai 26 anni,  portatori di handicap, gruppi (minimo 15 massimo 25 – dal lunedì al venerdì), insegnanti, militari, forze dell’ordine non in servizio, possessori Skira card;

Ridotto speciale € 8 : Giornalisti  con  tesserino ODG con bollino dell’anno in corso non accreditati dall’ufficio stampa

Ridotto speciale € 6 : Gruppi Scuole – dal martedì alla domenica (minimo 15 massimo 25 con tolleranza fino a 29), scuole di ogni ordine e grado;

Gratuito : minori di 6 anni, guide turistiche abilitate con tesserino di riconoscimento, un accompagnatore per ogni gruppo,due accompagnatori per ogni gruppo scolastico,un accompagnatore per disabile che presenti necessità,giornalisti accreditati dall’Ufficio Stampa della Mostra, dipendenti della Soprintendenza ai Beni Paesaggistici e Architettonici di Milano, tesserati ICOM, guide turistiche (previa esibizione di tesserino di abilitazioneprofessionale) , componenti commissione vigilanza e vigili del fuoco (previa esibizione di tessera non nominativa)

Infoline e prevendite: tel. 0299901905 – www.vivaticket.it

Prenotazioni visite guidate

gruppi e scuole: info@adartem.it; www.adartem.it

Informazioni online: www.lapermanente.it

www.kuniyoshimilano.it

www.facebook.com/KuniyoshiMilano/

#kuniyoshimilano

 

Ringraziamo MondoMostreSkira per averci fornito tutto il materiale

Photo credits: ©Museo della Permanente

© riproduzione riservata