Sono passate quasi due settimane da quando abbiamo ricevuto l’ordine di rimanere nelle nostre case. Stiamo vivendo una condizione eccezionale senza precedenti e mentre osserviamo le giornate scorrerci davanti una dopo l’altra, cercare di non perderci d’animo sembra una sfida impegnativa. Allo scopo di contrastare uno scoraggiamento collettivo – più che plausibile in queste circostanze – il mondo dell’arte si è reinventato servendosi del web, come mai prima d’ora, per lanciare iniziative in grado di esorcizzare la paura e la noia

LA FINESTRA

Un’ondata di positività ci ha dimostrato quante attività si possono svolgere all’interno delle mura domestiche. Ma, è comunque difficile rimanere confinati nello stesso luogo per lunghi periodi e la tentazione di guardare fuori dalla finestra, nella speranza trovarci qualche sprazzo di vita, è sempre più forte. La finestra, infatti, è l’unico luogo della casa che ci permette di rapportarci direttamente con il mondo esterno. Ed è anche la prima via di fuga della mente attraverso la quale, con l’uso dell’immaginazione, riusciamo a viaggiare e inventare storie anche solo attingendo dai rumori e dalle voci che ci giungono dalla strada.  

Wind from the sea, Tempera su cartone, 1947 – National Gallery of Art, Washington

L’INIZIATIVA DI DAILY ART

Di recente sul suo blog personale, Daily Art X, Claudio Bonifazi ha lanciato la serie #affacciamocisullarte, dedicataalle finestre nei dipinti, visto che in questo periodo di quarantena, le finestre sono quanto accomuna tutti noi: un punto d’incontro con il vicinato e il punto di fuga verso l’esterno”.  Sul sito, ogni giorno il pubblico avrà la possibilità di affacciarsi dalla finestra dei diversi maestri della storia dell’arte, per scoprire nuove prospettive e paesaggi pur rimanendo a casa.

Sulla pagina Facebook, invece, il feed viene aggiornato quotidianamente con un video – incentrato sugli stessi argomenti del blog – che offre agli utenti la possibilità di rimanere informati direttamente dalla loro bacheca, senza il bisogno di uscire dal social network. Lo scopo di Daily Art – scrive l’autore – è, infatti, “quello di regalare una perla d’arte una volta al giorno, per rendere le bacheche di Facebook più belle”.

AFFACCIAMOCI SULL’ARTE

L’hashtag è stato lanciato il 15 marzo. A inaugurare le danze è stato il surrealismo di René Magritte, con i due quadri La condizione umana. Tra le opere già trattate, poi, ci sono La ragazza alla finestra di Salvador Dalì, il paesaggio naturale de La finestra aperta di Pierre Bonnard, la leggerezza delle tende mosse dal soffio del Vento dal mare di Andrew Wyeth e il suo iconico paesaggio in Christina’s World. Infine, gli ultimi sono stati la Veduta del castello di Pillnitz, a Dresda, di Johan Christian Clausen Dahl, e l’ingannevole effetto ottico La finestra di Paul Delvaux.

Si tratta di un percorso ben sviluppato e ricco di curiosità, che permetterà a tutti di conoscere, o riscoprire, capolavori della storia dell’arte, compresi quelli meno noti. Con questa iniziativa possiamo finalmente volgere lo sguardo su panorami ogni giorno diversi che, come specchi sull’anima, scongiurano l’ impoverimento emotivo verso il quale rischiamo di cadere.

 

© riproduzione riservata