di Arianna Bordi

Palazzo Piacentini ospita a Reggio Calabria il Museo Nazionale della Magna Grecia, che, ristrutturato e riorganizzato durante l’aprile di quest’anno, rappresenta uno dei più ricchi e validi musei tra quelli archeologici italiani ed europei.

IMG_4193

Le diverse collezioni sono collocate secondo un ordine cronologico, dal Paleolitico al periodo tardo dell’età romana, tra gioielli, monete, statuette votive, armi, maschere, corredi funebri, tavolette, mosaici, statuaria e molto altro.

Vi sono anche foto reportage dei gruppi di scavo che ritrovarono i vari reperti, nonché ricostruzioni sia del periodo preistorico che di quello greco-romano.

Un elemento davvero interessante, oltre al percorso lineare della disposizione dei reperti, è la presenza di parti multimediali anche con l’aggiunta di traduzioni in LIS.

IMG_4207

IMG_4277

Grazie all’aggiunta dei Bronzi di Riace aumenta il valore dei reperti che ospita; è infatti possibile osservarli in una stanza a parte, con una particolare attenzione per la condizione climatica e di pulizia, entrando in gruppi di persone limitati nel numero.

IMG_4229

IMG_4242

Inoltre, tra le varie teche si possono scorgere reperti interessanti e fuori dal comune, come specchi con impugnatura a forma di statuetta e uno schiaccianoci sotto forma di mani che si uniscono.

IMG_4250

IMG_4254

Foto nell’articolo di Arianna Bordi.

© riproduzione riservata