Che Ed Sheeran fosse (oltre che un grandissimo talento della musica contemporanea) un soggetto avvezzo agli ambienti dei pub inglesi lo si era capito già nell’album della sua ribalta “+“. Il secondo singolo in effetti aveva un titolo (“Drunk“) abbastanza esplicito e un ritornello ancora di più.

“Maybe I’ll get drunk, again
I’ll be drunk, again, I’ll be drunk, again
To feel a little love.”

Per chi mastica un po’ l’inglese il messaggio è chiaro, per tutti gli altri il succo è “se vi spezzano il cuore ubriacatevi, ancora e ancora”. Ecco allora che l’apertura di un nuovo pub da parte del cantante inglese dalla faccia simpatica e i capelli rossi ci sembra perfettamente coerente con il personaggio che nel tempo Sheeran si è cucito addosso.

L’insegna. Credits: Official Bertie Blossoms Facebook Page

Il nome è Bertie Blossoms e la zona è quella a ovest di Londra, a Notting Hill, alla fine di Portobello Road. Il locale precedentemente era un ristorante spagnolo, che Sheeran, insieme al suo manager Stuart Camp, ha rilevato e trasformato in un pub polivalente con una proposta beverage importante e una food dedicata alla leggerezza e al cambiare delle stagioni.

Attenzione alla sostenibilità come dogma aziendale, dimostrata anche dalla vasta gamma di bevande e pietanze vegane e biologiche.

Lo spazio si sviluppa su due piani, i colori degli interni riprendono un verde brillante, il bar è poco illuminato e la musica con il tempo diventerà elemento fondamentale del locale.

L’annuncio è stato dato direttamente dall’artista sui suoi profili social che in un post ha dichiarato “Io e Stuart abbiamo aperto il nostro bar a Londra. Si chiama Bertie Blossoms ed è sulla strada di Portobello, di fronte a Pizza East. Buona birra e buon cibo. Fai un salto quando hai tempo, spero ti piaccia!”. Un vero e proprio invito e magari chissà, un giorno a spillare la vostra birra troverete proprio Ed in persona. 

Aperto da martedì a domenica, Bertie Blossoms vuol essere un luogo dall‘atmosfera rilassata e gioiosa, un po’ come le canzoni di Sheeran che sanno strappare sorrisi anche quando sono malinconiche.

Appese ai muri troverete opere dipinte dallo stesso artista durante le pause tra un tour e un altro. Un’attività che il cantante ha iniziato quasi a scopo terapeutico come da lui dichiarato più volte, infatti, “schizzare vernice su teli bianchi mi aiuta a sentirmi meno inutile quando non sono sul palco a cantare o in studio a registrare”.

Un modo alternativo per superare il classico blocco dello scrittore.  

Che sia per bersi una buona birra in tranquillità in una delle zone più famose di Londra o per sperare di trovare Ed Sheeran in persona e cantare il ritornello di Drunk insieme, abbiamo un nuovo posto dove andare a Londra.

Bertie Blossoms ci dimostra che la normalità appartiene anche a chi vince Grammy e rimane primo in classifica per diverse settimane.

 

© riproduzione riservata