Galeotto fu il piatto e chi lo mostrò” potremmo dire, soprattutto in un’era dove il far vedere agli altri ciò che si fa è diventato una prerogativa da soddisfare minuto per minuto. Il mondo social è fatto di nuovi incontri, amicizie che fioriscono, consigli scambiati, porte che si aprono e nuove problematicità che nascono. Ma soprattutto il mondo social è fatto di esseri umani che, in quanto tali, se delusi e feriti, sanno dare libero sfogo a tutta la loro frustrazione.

E non possiamo non riconoscere che è esattamente quello che è successo con Yovana Mendoza, conosciuta come Rawvana, giovane influencer e youtuber californiana da un milione e 300 mila follower su Instagram e quasi due milioni di iscritti al suo canale Youtube, famosa per la sua dieta crudista-vegana. Nei giorni passati la ragazza è stata protagonista di una bufera, scatenata da chi da anni ormai la segue, per un video, girato da una sua amica, che la ritrae a mangiare pesce fritto in un ristorante di Bali. Il tentativo di coprire il piatto con le braccia non è servito a nulla: il pesce era lì, in bella vista, insieme all’espressione di Yovana palesemente incredula e terrorizzata, nascosta dietro un falso sorriso.

Ma partiamo dal principio. Che cosa ha reso possibile a Rawvana di raggiungere numeri così elevati?  La ventinovenne, circa sei anni fa, aveva iniziato ad approcciarsi alla cosiddetta “dieta crudivegana”, un regime alimentare basato – come dice lei stessa – su piante, frutta e verdura, eliminando quindi ogni cibo cotto e di origine animale. Dopo essersi documentata su questa tipologia di dieta e dopo aver maturato il desiderio di diventare una “health coach”, la giovane influencer ha fatto proprio questo stile di vita, cominciando a sentirne fin da subito i benefici, dichiarando di percepire un contatto molto più stretto e vicino con la terra, con il suo corpo e con Dio. Una decisione che l’ha toccata e trasformata non solo nelle scelte alimentari, ma anche a livello mentale e spirituale.

 

Fonte: pagina Facebook Rawvana

Il successo che man mano accumulava su Youtube con i suoi video è stato affiancato anche dalla creazione di un suo personale programma, la “21 day RAW Challenge”, pensato per perdere peso e intraprendere un percorso detox, accompagnato da esercizi di yoga e consigli tutti naturali per la cura del corpo. Il segreto della riuscita per Rawvana è amarsi, il voler cambiare il proprio stile di vita per stare in salute, per essere così la miglior versione di se stessi. Ed è proprio per questo che Rawvana ha dovuto rinunciare al suo crudismo vegano.

Come ha tenuto a spiegare in un video di scuse successive allo scandalo lungo ben trenta minuti, nonostante i benefici apportati dal mangiare frutta e verdura rigorosamente crude, con carboidrati alti e bassi i grassi, la ragazza ben presto ha cominciato a risentire dei primi problemi di salute, arrivati con l’amenorrea. Un problema ormonale che successivamente è stato accompagnato anche da problemi infiammatori e intestinali. Il suo sentirsi energetica non si rispecchiava nei valori risultati dagli esami e dalle analisi fatte. Dopo aver consultato diversi medici e aver rifiutato per mesi l’unica possibilità di miglioramento presentatale – l’introdurre nella propria dieta uova e pesce – Rawvana si arrese e cominciò ad aprire la sua alimentazione alle proteine di origine animale. L’intento era quello di provare questa nuova dieta, prendersi del tempo per se stessa, per accettarla, vederne gli effetti, per poi condividere con il suo pubblico la novità. Ma il mondo social non le ha dato il modo e il tempo.

L’amica con cui Rawvana si trovava a Bali la riprende con il proprio smartphone, inquadrando però accidentalmente anche il suo piatto di pesce fritto. La delusione esplode e si fa sentire tutta nei commenti ai post della ragazza: “disgustata”, “sei cancellata dalla comunità vegana”, “cambia il tuo nome in Pinocchio”.

Il confine tra vita privata e ciò che può essere reso pubblico, tra ciò che rimane “tra le pareti di casa” e ciò che arriva come un fiume in piena nel mondo social, si rende molto spesso un confine labile e sfumato, un’arma a doppio taglio. Un confine che Rawvana, con il suo ultimo video di spiegazioni, ha forse deciso di cancellare, mostrandosi come Yovana Mendoza, giovane ragazza che, dietro le foto colorate e sprizzanti di vitalità pubblicate, era invece in preda al panico, per mutamenti sul proprio corpo e nella sua salute inattesi e sconcertanti.

Fonte: pagina Facebook Rawvana

Di fatto prendersi sulle spalle la responsabilità di diventare una figura di riferimento per più di un milione di persone – in questo caso arrivando anche alla nascita di una “RawvanaFam” su Instagram – non è sempre facile da sostenere. Ma la youtuber si è presa questo peso, chiedendo perdono, e sperando che questo possa essere solo l’inizio di un nuovo cammino.

 

Pagina Instagram

Pagina Facebook

Canale Youtube

© riproduzione riservata