Maggio è sempre stato un mese particolare. I fiori sbocciano insieme agli amori, le api donano sfumature di giallo al celeste del cielo e le temperature permettono di riporre l’impermeabile nell’armadio. Bello: fondamentalmente maggio è sempre stato un mese bello, da vivere all’aperto e senza paura. Tutto vero, se non fosse che siamo nel 2019 e a maggio piove, fa freddo e l’impermeabile (azzurro) lo devi mettere addosso e non nell’armadio.

Questo vuol dire niente gelaterie per il momento, meglio un posto caldo che odori di burro e rallenti l’orologio. Qualcosa che assomigli a una patisserie francese, dove sentirsi coccolati e potersi concedere uno stacco dalla realtà uggiosa di questi giorni. La cosa migliore di CafèMerenda è proprio questa: ti avvolge emotivamente, in una sensazione di piacevolezza prolungata anche se fuori maggio si traveste da ottobre.

Il locale. Credit – Official Facebook Page CafèMerenda

Siamo a Roma, in una traversa di Viale Marconi, che per chi ha la Capitale come mamma (adottiva e non) vuol dire shopping, parcheggi in doppia fila e clacson a profusione. Fondamentalmente stiamo parlando di una delle zone con il più elevato inquinamento acustico della Città Eterna, eppure tutto questo scompare se si imbocca la strada giusta.

Via Luigi Magrini, dal civico 6 fino al numero 8 è la casa di CafèMerenda, che allestisce lo spazio esterno riempiendolo con una bella vetrata e qualche seduta semplice ma raffinata.

Il dehors. Credit – Official Facebook Page CafèMerenda

Il locale, nato l’8 ottobre di tre anni fa, è la creatura di Chiara Caruso. L’ex food blogger (era la scrittrice di “Cucinando con mia sorella“) dopo anni passati a sperimentare nella propria cucina, ha deciso nel 2016 di aprire le porte al grande pubblico, creando un luogo accogliente dove proporre le sue creazioni.

Per evidenziare come il cibo venga preparato partendo da materie prime naturali e di stagione, si focalizza l’attenzione sulla selezione dei produttori. Attenzione che tuttavia non può prescindere dall’amore che si legge negli occhi di Chiara quando racconta del proprio lavoro. Serve il cuore, insieme al burro, per far innamorare la gente.

Sul muro è appeso un piccolo quadro che recita “solo cose buone”. Delle volte basta poco per spiegare l’idea che c’è dietro ad un locale.

Chiara Caruso e il suo maritozzo. Credit – Official Facebook Page CafèMerenda

La proposta è racchiusa nel nome e varia dalla colazione alla merenda. Si parte con i croissant farciti al momento e i pain au chocolat della mattina; si passa per il pranzo con proposte che variano ogni giorno ma dove le gustose zuppe vegetali rappresentano il vero must della casa. Si arriva infine all’ora della merenda dove i dolci di Chiara la fanno da padrone: ciambelloni della tradizione, frolla con lemon curd e meringa, cheesecake e torte “fluffose”.
Un posto da vivere alla giornata perchè propone sempre cose nuove.

Da bere miscela di caffè macinata al momento, una buona proposta di , in inverno cioccolata calda homemade, e in estate granite.

Piccolo ma accogliente, dove ci si siede per prendere una pausa da tutto, dai parcheggi in doppia fila e da maggio travestito da ottobre. Si sta vicini da CafèMerenda, perchè in fondo le persone si capiscono veramente solo guardandole dare il primo morso al loro dolce preferito.

Ah da maggio si parte anche con il gelato, peccato che siamo nel 2019 e l’impermeabile ci serva ancora.

 

CafèMerenda, Via Luigi Magrini, 6/8, Roma

Pagina Facebook: CafèMerenda

Pagina Instagram: CafèMerenda