C’era una volta un mondo in bianco e nero. Forse non era né più bello né migliore di quello di oggi, eppure quelle vecchie immagini un po’ sbiadite, ancora affascinano e suscitano una grande e piacevole nostalgia. Un po’ come fa l’arte, quando con le sue connotazioni di mistero e ineffabilità, ci disorienta ma allo stesso tempo crea in noi un inspiegabile stato d’estasi. Questo è il sentimento che si proverà varcando la soglia di Via Sora 33, a pochi passi da Via del Governo Vecchio, entrando nel mondo di Wisdomless.

Credit: pagina Facebook Wisdomless Club

Rimarrete disorientati e piano piano capirete di essere piombati in un luogo unico nel suo genere, che a Roma semplicemente non esisteva. A metà tra uno speakeasy e un tattoo parlour, il locale è decisamente originale, con uno spazio multilivello e un piccolo dehors interno, costruiti con l’intento di regalare un’atmosfera in pieno stile anni 20. Tra alligatori verdi, uova di struzzo e ossa bianche non farete fatica a scovare, tra la gente e dietro il bancone, individui con barba folta e baffi alla Salvador Dalì vestiti di tatuaggi e abiti eleganti cuciti su misura. Sono coloro che incarnano il vero spirito Wisdomless, che se ne fanno promotori quasi come fosse un vero e proprio stile di vita, con l’obiettivo di far rivivere un concetto di eleganza che si è ormai perso nel tempo. Uomini a metà strada tra le figure dei flâneur e quelle dei surrealisti, dove la componente estetica si impone su quella etica, attraverso un atto di ribellione sociale che vuole ribaltare l’ideale secondo cui un corpo ricoperto di tatuaggi perda irrimediabilmente la propria raffinatezza.

Credit: pagina Facebook Wisdomless Club / Ph. @dandy_molle

Dopo una prima e fortunata esperienza come studio di tatuaggi, iniziato con l’apertura contemporanea di due locali a Roma e Copenhagen nel 2015, il progetto di questi ragazzi “senza giudizio” ha preso vita, diventando qualcosa di più grande, che ha preso definitivamente forma lo scorso anno tra le strade del centro della capitale. Dall’aperitivo fino a tarda notte ci si può rilassare, assieme ad una collezione di curiosità e rarità tutte da scoprire, con una carta dei cocktails interessante, fondata sulla qualità dei distillati proposti e la sperimentazione di accostamenti azzardati ma azzeccati, come quello tra gin e assenzio.

Credit: pagina Facebook Wisdomless Club

Quello in Via Sora, insomma, è un luogo dove dimenticare il trambusto di una città come Roma e rivivere una tranquillità di altri tempi comodamente seduti su vecchi divani chesterfield. Un tattoo shop alternativo di giorno e un club elegante e sofisticato di notte fanno di Wisdomless un luogo inusuale, insolito e abitato da gentiluomini, che attraverso la sua forte identità potrà disorientarvi, ma alla fine vi conquisterà.

Proprio come il vecchio mondo in bianco e nero.

 

Wisdomless Club Roma

Via Sora 33

Tel: 3491585442

Pagina Facebook – pagina Instagram

© riproduzione riservata