Oramai è facile girare l’angolo e trovare un ristorante giapponese “all you can eat”, così come lo è ordinarsi il cibo cinese direttamente a casa, senza dover andare a riempirsi il naso di quell’odore di fritto che pervade tutta la sala del ristorante.

Oppure possiamo decidere di cambiare per una volta, spostandoci in zona Prati, a Roma, precisamente in Via Monte Pertica 41, fermarci, varcare la porta e lasciarci trasportare nelle antiche botteghe orientali, alla scoperta dei veri sapori della cucina cinese. Ecco che cosa offre DAMPLINGS: il recupero dei piatti tipici originari di diverse zone del paese orientale, rivisitati in alcuni casi in chiave mediterranea.

Ph: © Giovanna di Lisciandro

 

Che cosa significa innanzitutto “DAMPLINGS”? La parola di origine sarebbe “Dumplings”, indicante i tipici ravioli cinesi, rigorosamente fatti a mano e risultato dell’incontro tra lo Street Food e il Dim Sum asiatico. Come suggerisce il significato stesso del concetto del Dim Sum, è una cucina che vuole “toccare il cuore” di chi la prova, rispettando le ricette tradizionali, ma rese ancor più appetitose. Come ha spiegato Leonardo Teng, una delle voci fondanti e rappresentative di Damplings, il concept di base era quello di portare cose semplici dello street food orientale a Roma, realizzando però una cucina non mainstream, ma gourmet. Questo desiderio prende vita alla fine del 2017, con un bagaglio di conoscenze sui luoghi e sulle tradizioni culinarie cinesi nato da viaggi in Asia che lo stesso Leonardo ha organizzato, accompagnandovi professionisti europei e asiatici per assorbire ciò che ogni regione visitata offriva in materia di cibo.

 

Fonte: damplings.it

Appena entrati, subito si nota la cucina a vista e una lavagna nera attaccata a una delle pareti, esplicativa dei vari piatti presenti nel menù. Essi di fatto spiccano nella loro originalità anche grazie all’ambiente, piccolo, in stile minimal e proprio per questo accogliente, moderno e caloroso.

Oltre agli spaghettoni “Udon” tipici giapponesi e alle Fettucce di riso thailandesi saltate al Wok, sono diverse quindi le zone della Cina attraversate dalle prelibatezze offerte. Tra queste troviamo l’isola di Taiwan, con piatti come lo “Sheng Jian Bao” (raviolone con impasto lievitato cotto alla piastra, di carne e verdure), il “Guo Tie” (raviolo “Pot Stickers” a forma di bastoncino cotto alla piastra, con diversi ripieni possibili) e il “Gua Bao” (soffice panino cotto al vapore ripieno di verdure, brasato o polpette).  Si aggiungono poi le zone di Shanghai, con lo “Xiao Long Bao” (originario di Nanxiang, raviolo “Soup Dumpling” ripieno di farcia e brodo cotto al vapore), la Cina del Nord, con lo “Jiao Zi” (raviolo farcito con ricette dello Street Food, con vari ripieni tra cui scegliere) e il “Cong You Bing” (pizzetta al cipollotto “Scallion Pancake” cotta alla piastra, arrivata in Italia grazie a Marco Polo), per poi arrivare alla regione dello Sichuan, famosa per i suoi piatti piccanti, con il “Sichuan spicy Wontons” (raviolo bollito seguendo la ricetta tradizionale dello street food del posto).

E dopo il salato non può mancare il dolce: andiamo dalla panna cotta al tè con cioccolato salato e peperoncino, al ginger brownie allo zenzero e panna speziata, fino al matchamisù, cioè tiramisù al thè verde.

Come possiamo vedere, nel menù offerto da Damplings non sono presenti  piatti fritti, facilmente presenti nei ristoranti cinesi più frequentati, offrendo invece piatti cotti al vapore, bolliti o cotti alla piastra, con carne e prodotti 100% italiani. Ciò che inoltre li contraddistingue è la completa assenza di additivi artificiali, oggi spesso usati nella ristorazione. Tra questi configura per primo il glutammato di sodio, spesso usato nelle cucine asiatiche e non per accentuare i sapori e rendere il tutto più saporito.

Piatti che fanno viaggiare con la mente in posti lontani, ma mai sentiti così vicini. Riuscire a toccare con mano, o meglio con il palato, una cultura diversa dalla propria non è mai semplice e mai scontato. DAMPLINGS porta i suoi clienti nel cuore dell’Oriente, facendo riscoprire i veri sapori della tradizione.

Pagina Facebook

Pagina Instagram

Sito Web

© riproduzione riservata