Un luogo assume autenticità e fascino quanto più la storia che racconta è vera e interessante. Quella di Nonna Lia Panzerotti, un piccolo angolo di Puglia che sorge a pochi passi da Piazza Istria a Roma, inizia dal ricordo di un nipote che, nostalgico delle attesissime panzerottate organizzate da sua nonna per riunire la famiglia, desidera far conoscere e diffondere una parte fondamentale della cucina tradizionale del suo luogo di origine. È così che nell’ottobre 2015 Raffaele Dipierdomenico inaugura il suo primo locale in via San Marino, seguito da una seconda apertura nel 2017 nell’isola mediterranea di Ibiza.

Logo Nonna Lia Panzerotti. Fonte: Pagina Facebook Nonna Lia Panzerotti

All’inizio dell’attività, il menù proponeva esclusivamente cinque tipologie di panzerotti, quelle che nonna Lia cucinava per i suoi nipoti e di cui aveva tramandato la ricetta. Successivamente, l’offerta si è ampliata lasciando al cliente l’imbarazzo della scelta: dal panzerotto classico con pomodoro e mozzarella di Andria, il più richiesto in assoluto, si passa a quello con prosciutto cotto, con salame piccante, funghi o cime di rapa, fino ad arrivare ai più saporiti come il panzerotto acciughe e capperi, il “Provolino” con scaglie di provolone e mortadella, il “Nonna Lia” con pomodoro pachino e ricotta forte o ancora il “Baldassare” con cipolla pugliese. Ai prodotti salati si accompagnano poi tre tipologie di panzerotti dolci: alla crema, alla Nutella o al cioccolato bianco e pistacchio.

Il menù, però, non finisce qui: dall’aggiunta di lievito madre all’impasto del panzerotto si ottiene infatti un composto che, una volta lasciato lievitare per 72 ore, può essere steso e fritto e che prende il nome di puccia. Le pucce di Nonna Lia possono essere farcite con mozzarella o stracciatella pugliesi, salumi e verdure: il cavallo di battaglia, comunque, è sicuramente la puccia con polpo di Savelletri e cime di rapa.

L’offerta si arricchisce, inoltre, con focaccine farcite, semplici o ai sette cereali, e insalate miste. Infine, per seguire le esigenze dei clienti e cavalcare il trend dell’healthy food, tutti i prodotti fritti possono essere in alternativa cotti al forno.

Le attività di Nonna Lia, ad ogni modo, non si esauriscono all’interno della sua cucina: il locale, infatti, offre anche un servizio di catering e, come se tutto questo non bastasse, è spesso coinvolto in eventi di showcooking live.

Trattenersi all’interno della piccola saletta per consumare un pasto è un’esperienza tutta da provare: è facile, infatti, assistere alle visite di consumatori abituali più o meno giovani accolti con dolcezza dal personale di Nonna Lia. L’obiettivo, come racconta Raffaele, è appunto quello di fidelizzare i clienti che si affezionano tanto al luogo quanto al prodotto e alla sua qualità.

Restare in contatto con quest’ambiente, inoltre, è altrettanto semplice: la seguitissima pagina Instagram è di fatti molto attiva e propone ogni giorno immagini che non possono non stimolare l’appetito.

Piatto di panzerotti. Fonte: Pagina Facebook Nonna Lia Panzerotti

Nonna Lia Panzerotti è un luogo familiare e accogliente che pone al primo posto la genuinità e la qualità per offrire al cliente un prodotto tradizionale e soprattutto autentico. Un concept, quello del locale, che riflette perfettamente la storia di Lia, ricordata da Raffaele Dipierdomenico come una seconda mamma, la classica nonna pugliese sempre pronta a difendere i suoi nipoti e cucinare per loro.

 

Fonte immagine di copertina: Raffaele Dipierdomenico, Nonna Lia Panzerotti.
© riproduzione riservata