Un fenomeno in crescita e che sta rivoluzionando in maniera significativa il mondo gastronomico è l’adesione sempre più popolare alle filosofie alimentari quali il vegetarianismo e il veganismo, due movimenti che propongono l’adozione di uno stile di vita basato su risorse non provenienti, o quasi, dal mondo animale.

Negli Stati Uniti tra il 2017 e il 2018 le vendite di alimenti a base vegetale sono aumentate di oltre il 20%. Sono numeri ancora piccoli, ma estremamente rilevanti se consideriamo che stiamo parlando di un fenomeno spesso ancora considerato di nicchia.

Solo in Europa, negli ultimi 4 anni, le vendite di alimenti sostituti della carne sono aumentate del 451%, mentre online le ricerche sul tema sono quadruplicate tra 2012 e 2017.

E in Italia? Il Rapporto Italia Eurispes 2018 ha rivelato che circa il 6,2% del campione considerato si dichiara vegetariano, valore che risulta in crescita rispetto alla rilevazione del 2017 di 1,6 punti percentuali, mentre risulta altalenante l’andamento del più restrittivo regime vegano che dal 3% del 2017 è sceso allo 0,9% nel 2018, ritornando su valori più vicini a quelli degli anni passati (0,6% nel 2014; 0,2% nel 2015 ed 1% nel 2016).

È un fenomeno in crescita a livello globale, dovuto anche al fatto che scelgono questi prodotti non solo quei consumatori che hanno intrapreso stili di vita vegetariani e vegani, ma un pubblico sempre più ampio, che attribuisce loro un valore oltre che etico, anche salutistico.

Le ragioni che muovono la maggior parte di chi ha dichiarato di essere vegetariano o vegano hanno a che fare con gli effetti positivi di queste pratiche alimentari sulla salute, con una forte sensibilità verso la tutela ambientale e degli animali. Altri dichiarano di aver cambiato abitudini alimentari per abbracciare una filosofia di vita o per mangiare meglio, e altri sperimentano il vegetarianismo e veganismo solo per curiosità.

Una cosa è certa, questo trend o filosofia ha stuzzicato il palato di molti imprenditori e appassionati e ha visto in questa rivoluzione un cambiamento anche per quanto riguarda la proposta ristorativa.

In molte città sono letteralmente esplosi il numero di ristoranti che propongono ricette vegetariane, spesso anche vegane, se non addirittura crudiste, attirando fedeli avventori o semplicemente curiosi che vogliono saperne di più.

A Brescia questa realtà prende il nome di “L’Arcobaleno”, un ristorante biologico e vegetariano, che da oltre trent’anni propone piatti della tradizione di cucina vegetariana e vegana.
Il locale si trova in una zona della città oggi in fermento, grazie a delle nuove proposte di riqualificazione avanzate dal Comune, che sta portando molti ristoratori ad aprire il proprio locale qui.

Credit: ristorantevegetarianoarcobalenobs.com

Malgrado l’incalzante concorrenza, il ristorante “L’Arcobaleno” si pone come caposaldo di questa offerta culinaria e nel corso degli ultimi anni ha aperto le sue porte all’intero pubblico, poiché inizialmente era riservata solo agli associati dell’omonima associazione che si propone di promuovere la cultura macrobiotica a Brescia, oltre ad ospitare eventi culturali e varie esposizioni di artisti e fotografi.
All’interno l’ambiente è semplice, rustico, amichevole e anche confortevole, con una tendenza allo shabby chic che lo rende quasi casalingo. Un mood informale anche nell’accoglienza, dove si viene immediatamente indirizzati al tavolo comune delle posate e delle stoviglie, poiché qui siete voi a dovervi apparecchiare al tavolo. Il menu è scritto ogni giorno su una lavagna attaccata al passavivande, che risulta essere l’unico contatto con la cucina, sempre affollata e in gran fermento.

Credit: ristorantevegetarianoarcobalenobs.com

Il ristorante propone piatti vegetariani e vegani coniugando professionalità e creatività con influenze orientali, che arricchiscono la tradizionale cucina italiana; la scelta vincente è quella dell’uso di prodotti biologici provenienti da microaziende locali.
Il menù vegetariano non è strettamente separato da quello vegano e la proposta dei piatti viene fatta nella variante a una o più pietanze in un’unica portata.

Credit: ristorantevegetarianoarcobalenobs.com

Oltre al cibo, il ristorante offre una selezione di birre artigianali della zona o bio d’esportazione insieme alla proposta dei vini, anch’essi biologici, della zona del bresciano.
Il servizio è accogliente, attento, e riesce ad accompagnare in questa esperienza culinaria in maniera attenta e professionale. Malgrado i prezzi non siano molto economici la proposta è davvero di qualità, e con la variante della scelta di più pietanze in un’unica portata nessuno tornerà a casa insoddisfatto.

Ed ora, a chi dice che le ricette vegetariane non sono gustose o appetitose non resta che passare da qui, prendere forchetta, coltello e tovaglietta, sedersi al tavolo e provare a ricredersi con gusto.

 

 

Ristorante Vegetariano L’Arcobaleno

Via Alessandro Luzzago 6 _ Brescia

Tel. 030 3751043

© riproduzione riservata