La nostra italianità possiamo trovarla ovunque, nei nostri modi di fare, nei luoghi meravigliosi di cui è puntellata la nostra penisola, nella bellezza del clima, ma, soprattutto, nella nostra buona, inimitabile cucina.

Una cucina che trova le sue radici più profonde nella pasta, simbolo di genuinità e di ingredienti semplici, regina delle nostre tavole e ricca di sapori e consistenze ogni volta diversi.

I cannelloni sono di certo uno dei formati più amati dagli italiani, irresistibili per loro consistenza callosa ed estremamente versatili, grazie agli innumerevoli modi in cui è possibile prepararli e condirli.

Una prova? Soltanto a sentirlo pronunciare, il binomio “cannelloni ripieni” solletica il nostro palato e ci fa venire l’acquolina in bocca.

La pasta simbolo dell'italianità

La pasta è uno dei simboli dell’italianità. Credits: www.wikipedia.org

 

La storia dei cannelloni

Questo formato di pasta non ha origini molto antiche. La prima citazione che si ritrova risale alla prima metà dell’Ottocento, quando il cuoco aretino Gio Batta Magi preparò un succulento timballo di cannelloni.

Oltre a lui, il cuoco napoletano Vincenzo Corrado farcì i cannelloni con carne e tartufi, completandoli con un buon ragù.

È, tuttavia, nei primi anni del Novecento che questo formato iniziò ad avere il successo che meritava, trovando posto in diversi libri di cucina.

Da allora in poi è diventato uno dei protagonisti assoluti dei pranzi domenicali in famiglia e uno dei piatti che meglio si presta a sperimentazioni sempre diverse.

La nostra ricetta: cannelloni ripieni con patate e funghi porcini

Insomma, preparare un piatto di cannelloni è già di per sé garanzia di bontà e succulenza.

Noi, da buongustai quali siamo, abbiamo deciso di suggerirvi una ricetta che si distingue per cremosità e leggerezza.

Un piatto adatto ad ogni occasione, che sia un pranzo formale o un buffet con gli amici, e ad ogni stagione.

Due gli ingredienti principali: funghi porcini e patate. Se i primi garantiscono un sapore deciso e raffinato, le seconde consentono di ottenere una purea irresistibilmente leggera e cremosa (analogamente a quanto fa la zucca) .

Unico accorgimento: non tutte le tipologie di patate si prestano a questo tipo di preparazione; sono, infatti consigliate, le patate a pasta bianca, perfette per essere lessate e poi schiacciate a mo’ di purea e per garantire la giusta dose di umidità al ripieno.

Patate a pasta bianca

Le patate perfette per questa ricetta sono quelle a pasta bianca. Credits: www.publicdomainpictures.net

Gli ingredienti

La preparazione di questo piatto per 5 persone necessiterà dei seguenti ingredienti:

  • 400 grammi di patate a pasta bianca
  • 200 grammi di funghi porcini freschi
  • 1 cipolla bionda
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 500 millilitri di besciamella
  • 50 grammi di Parmigiano Reggiano
  • 100 millilitri di latte
  • 250 grammi di cannelloni
  • Sale
  • Pepe nero
  • Prezzemolo
  • Burro

La preparazione dei cannelloni con patate e funghi porcini

Per prima cosa, lavare le patate e lessarle per circa 30 minuti in acqua bollente.

Nel frattempo, tagliare dai funghi le radici, sciacquarli bene sotto l’acqua corrente per eliminare i residui di terra e affettarli in listelli sottili.

In una padella versare l’olio e la cipolla sminuzzata, farla rosolare dolcemente ed aggiungere poi i funghi, facendoli rosolare per qualche minuto ed insaporendoli con sale e pepe.

Una volta cotte le patate, pelarle e schiacciarle all’interno dello schiacciapatate; versare poi la purea in una ciotola, aggiungere il latte leggermente intiepidito e mescolare fino ad ottenere una crema.

A questo punto, unire il prezzemolo precedentemente tritato, un pizzico di sale, il parmigiano ed infine i funghi.

Per la besciamella, potete decidere di prepararla in casa, oppure di acquistarla già pronta; in commercio sono facilmente reperibili sia la versione classica che quella più leggera.

È il momento di completare la preparazione: imburrate una pirofila di circa 30×20 centimetri e versate un paio di cucchiai di besciamella sul fondo.

Farcire i cannelloni con il ripieno appena preparato e adagiarli nella pirofila.

Ricoprire il tutto con la restante besciamella, livellandola bene con l’aiuto di un cucchiaio.

Cospargere con del Parmigiano grattugiato e del prezzemolo tritato e infornare a 200 gradi per circa venti minuti, ricoprendo la pirofila con della carta stagnola, per evitare che il composto si asciughi troppo.

Trascorso questo tempo, rimuovere la carta e proseguire la cottura per altri venti minuti.

Sfornare i cannelloni e servire tiepidi.

 

© riproduzione riservata