Il Natale ormai è alle porte, anzi è praticamente già qui, ma l’eterna sfida che divide gli italiani a tavola è sempre la stessa: pandoro o panettone? Tuttavia c’è una considerazione da fare: quando si guarda alla preparazione anche i più accaniti fan del pandoro devono ammettere che il processo di creazione del panettone è un’arte. Le sue origini risalgono al Rinascimento, quando alla corte degli Sforza, il cuoco bruciò malauguratamente il dolce preparato per il tradizionale banchetto natalizio, e un servitore, un certo Toni, decise di sacrificare un panetto di lievito che aveva tenuto per il suo umile Natale. Ripetutamente lavorato a mano con farina, uova, uvetta, zucchero e canditi, il risultato portato in tavola fu talmente entusiasmante che Ludovico il Moro decise di intitolarlo come il suo creatore: ecco a voi il primo ”Pan de Toni”.

Certo, la ricetta si è evoluta con il passare dei secoli, specialmente dopo l’aggiunta di più lievito (in origine il panettone era decisamente ”basso” rispetto agli standard odierni), ma non è cambiata la sostanza: il panettone è un classico dal quale non si può prescindere.

Per questo Natale Artwave.it vi porta alla scoperta dei quattro migliori panettoni artigianali di Roma.

1. Nero Vaniglia

Nel cuore del quartiere Garbatella si nasconde una piccola pasticceria-laboratorio a conduzione familiare, in cui l’attenzione per le materie prime e la cura nei dettagli la fanno da padrone. Un locale luminoso, con una grande vetrata che permette di sbirciare tra le creazioni di Giorgia Grillo, la proprietaria di Nero Vaniglia. Sotto Natale il cavallo di battaglia della pasticceria è il panettone ”da aperitivo”. Avete letto bene, un panettone con pere e pecorino, perciò una sfiziosità da abbinare magari ad un calice di prosecco. Ovviamente la scelta non si ferma qui: marron glacé e uvetta (rigorosamente macerata nel brandy invecchiato), cioccolato e albicocche, fichi e noci sono solo alcune delle varietà disponibili.

Credit: Pagina Facebook Nero Vaniglia Panettone Pere e Pecorino

Pagina Facebook

 

2. Gruè Pasticceria

Dall’amore per l’arte di far dolci di Gruè Pasticceria nasce invece un panettone genuino e leggero, che segue un processo di lievitazione completamente naturale, grazie al solo utilizzo di lievito madre. Le materie prime sono di altissima qualità: dalle selezionate farine di grani made in Italy ai baccelli di vaniglia provenienti da Thaiti. Moltissimi sono i riconoscimenti ricevuti da questa pasticceria, tra i quali c’è quello per il miglior panettone al cioccolato d’Italia, sua maestà Gianduioso, realizzato con ben tre diverse miscele di cioccolato.

Credit: gruepasticceria.it Gianduioso

Sito web Gruè Pasticceria

 

3. Cantiani 

Da Cantiani, in Via Cola di Rienzo, il panettone si fa ma, rigorosamente, come quello di una volta. Una tradizione lunga ormai più di ottant’anni che lascia spazio ai sapori classici, semplici e genuini, come quelli che cercavamo da bambini nelle cucine delle nonne, rubando i ravioli freschi stando nascosti sotto il tavolo. Cantiani a Natale lavora ininterrottamente, animato dall’atmosfera natalizia e dalla grande voglia di fare che accomuna la pasticceria a conduzione familiare. Una pasticceria che attraverso le sue creazioni racconta una storia che parte da Romualdo Cantiani, che negli anni ’40 elabora due ricette per due tipologie da panettoni che ancora oggi si possono trovare in vetrina: il panettone classico e il Panettone ai 5 cioccolati. Cinque tipologie di cioccolato rendono questo prodotto unico nel suo genere: fondente, al latte, bianco, pasta di nocciole e pasta di cacao. Che dire, un prodotto di grandissima qualità che mantiene alta la tradizione!

Sito web Cantiani

 

4. Antico Forno Roscioli

Effettivamente, come poteva mancare Roscioli nella nostra classifica? Accompagnati da una tradizione fatta di pane, pasta e farina che dura da generazioni, Roscioli è una delle grandi manifestazioni della romanità per chiunque risieda nella capitale (o nei dintorni). Qui il panettone va dal classico, passando per ingredienti come pere e cioccolato, per giungere poi a prelibatezze come quello alle fragoline e cioccolato bianco. Curiosi?

Antico Forno Roscioli

 

© riproduzione riservata