Immaginate un piccolo locale, nuovo e accogliente, una musica soft. Aggiungete un pizzico di atmosfera tropicale e un mix di sapori frizzanti: nasce Qito, piccolo angolo di cucina internazionale nel cuore del quartiere Trieste. Negli ultimi anni, la cucina internazionale ha registrato una incredibile impennata, soprattutto nelle grandi capitali europee, ponendosi come punto di partenza e fonte di ispirazione per una nuova tendenza. La cucina internazionale propone un concept che accomuna in sé una mescolanza di culture e tradizioni: Qito, nome che rimanda alla capitale ecuadoriana, si propone di incarnare tutto ciò. Con solo 16 sedute, suggerisce un menù originale e insolito, con influenze messicane, giapponesi e hawaiane. Partendo dai tacos con manzo o salmone, conditi con salse dal sapore tropicale, ai famosi pokè, così popolari ultimamente ma proposti in una versione affatto banale.

Fonte: barbusiness.it

Sapori orientali e mesoamericani si fondono nei gustosi roll e nelle ceviche che riescono a trasportare direttamente su di una spiaggia dorata affacciata su un mare cristallino. Le spezie sono la sottile linea rossa che, passando dai piatti, giungono sino ai cocktail. Questi ultimi, preparati con maestria, dovizia ed una incredibile cura per i particolari, permettono una full immersion nel clima del luogo. L’accostamento di colori e sapori è davvero innovativo: sciroppo di zucchero, succo di lime, albume, liquore al Lychee e infuso ai frutti rossi, danno vita come per magia allo Schiapparelli Sour.

Fonte: barbusiness.it

Se casualmente vi trovaste a passare per Piazza Istria non potete assolutamente lasciarvi scappare il Qiramisù: rivisitazione del suo antenato classico, al posto del caffè offre le note dolci e fresche del frutto della passione, sapientemente abbinato a savoiardi e ad una crema tropicale. La loro Avocado Cheesecake vi farà sognare ad occhi aperti, con accostamenti da non credere: crumble al cocco, avocado, robiola, cioccolato bianco e lime.

Fonte: barbusiness.it

”Mangiare è incorporare un territorio” diceva circa due secoli fa Jean Brunhes, geografo francese. Il fatto che la cucina internazionale occupi un posto di primo piano in questo momento, fa riflettere su quanto essa stessa rimandi ad un ideale di condivisione. Forse  perché la cucina è proprio questo: quel luogo comune straordinario, che unisce tutti i popoli, di qualsiasi etnia, razza o colore e che riesce a ispirare costantemente gli amanti dell’arte culinaria. Forse perché, dopotutto, rappresenta anche un nuovo modo di viaggiare, un modello di gastronomia che fondendo colori, gusti e atmosfere riesce a farci esplorare il mondo attraverso le papille gustative.

Qito Roma

Pagina Instagram

Pagina Facebook

Tel. 06 854 6009

Piazza Istria 15