Settembre sta finendo e le temperature più fresche, il cielo più grigio, il pumpkin spice latte rientrato nel menù di Starbucks e i primi trench per le strade, sembrano farci capire che il capitolo dell’estate edizione 2019 si sia davvero concluso.

L’autunno è probabilmente una stagione per pochi, per i riflessivi, i sentimentali e i poetici, un momento dell’anno che si lascia, indifferente, alle spalle le ore piccole e i bagordi di mare e serate per esprimersi nei piccoli piaceri della vita, sublimandoli in riti senza pari. Che sia il tè delle 5 o il conforto di accucciarsi in poltrona con una bella coperta e un bel film, o ancora la bellezza di passeggiare in campagna tra la fantasia dei colori: il rosso, il bordeaux, il rubino dei semi di melograno e l’arancio delle zucche.

Questo particolare periodo dell’anno ha affascinato, inoltre, personaggi come Dylan Dog e la voce del grande Frank Sinatra; esso è il protagonista dei versi di Giacomo Leopardi (Imitazione), come di quelli di Giovanni Pascoli (Novembre) e Giosuè Carducci (San Martino).
Il cinema non si è di certo risparmiato, anzi!

Sarà che ormai la cultura hygge – parola danese ormai entrata nel lessico universale per descrivere una felicità quotidiana basata su un’atmosfera di familiarità e comodità – sta conquistando sempre più adepti tra i fan delle serate casalinghe; sarà che le domeniche uggiose chiamano il binomio divano e coperta, ma il cinema ha da sempre sostenuto la causa dando diversi motivi per rimanere incollati a un bel film, da soli o in compagnia, con una tazza fumante tra le mani.

Se poi uno dei protagonisti della pellicola è proprio l’autunno, il gioco è fatto: dunque, il consiglio è quello di entrare nello spirito grazie a dei veri e propri classici senza tempo che ci fanno dimenticare per qualche ora che le giornate si stanno inesorabilmente accorciando.

1) C’è Posta per Te

Joe Fox (Tom Hanks) e Kathleen Kelly (Meg Ryan) in C’è posta per te. Fonte: gatto999.it

“Non vai pazza per New York in autunno? Mi fa venire voglia di comprare quaderni e matite. Ti manderei un bouquet di matite ben temperate se sapessi il tuo nome e indirizzo. D’altra parte non sapere niente di te ha il suo fascino.”

L’affascinante Tom Hanks, che ne film interpreta il milionario Joe Fox scrive così alla libraia del negozio dietro l’angolo nel West Side di New York, in una mail che ci ricorda con romantica malinconia le attese a cui internet ci costringeva negli anni ’90. È una delle prime scene di C’è posta per te, sceneggiatura del genio delle commedie romantiche, Nora Ephron: la City è avvolta in un’atmosfera di un mattino d’autunno, tra negozi che aprono, caffè take away e una Meg Ryan con una bella zucca tra le braccia, inconsapevole di quanto la sua vita sia destinata a cambiare, di lì alla primavera.

2) Harry, ti presento Sally

Le riprese del classico dei classici tra le commedie romantiche, con la regia di Rob Reiner e la brillante sceneggiatura di Nora Ephron, sono iniziate il 29 agosto 1988 per finire il 15 novembre dello stesso anno. Praticamente era impossibile che l’autunno non fosse uno dei protagonisti della pellicola leggendaria la cui trama si svolge quasi interamente a New York, città che dà il meglio di sé proprio in questa stagione, parola di Billy Crystal! La scena in cui i due amici si confessano le proprie fantasie ricorrenti, in un Central Park che è un oceano di colori e foglie, dall’ocra al rosso, passando per l’arancio, una delle scene preferite dello stesso Reiner. New York in Harry ti presento Sally attraversa tutte le stagioni ma è proprio nei mesi che vanno da settembre e Capodanno che le scene cult si concentrano, rendendo a buon diritto questo titolo uno dei migliori da riassaporare in un giorno autunnale.

3) The Royal Tenenbaums

Margot (Gwyneth Paltrow) e Richie (Luke Wilson). Fonte: filmandfurniture.com

Si rimane nella Grande Mela facendo un balzo un decennio indietro, in un mondo pastello sulle note di Paul Simon ed Elliott Smith. Se il colore, con le sue sfumature e contrapposizioni, è il vero protagonista, insieme al maniacale gusto per le inquadrature simmetriche, nel cinema di Wes Anderson, il film sicuramente più autunnale cromaticamente è The Royal Tenenbaums, probabilmente il capolavoro del regista e l’atto di nascita di un genere personalissimo e diverso da tutti gli altri. La palette tocca tutte le nuances più calde: dal giallo, all’arancio, fino ai rossi: dall’iconico caschetto di Margot agli interni della casa di famiglia, per finire con la tuta cerata Adidas di Chas (Ben Stiller) e figli.

4)  A piedi nudi nel parco

Jane Fonda e Robert Redford in A piedi nudi nel parco. Fonte: acchiappafilm.it

Rimaniamo a New York con due leggende del grande schermo, Jane Fonda e Robert Redford, bellissimi e innamorati in A piedi nudi nel parco, pellicola del 1967 diretta da Gene Saks. La coppia di neo-sposi, Corie e Paul, vivono nel meraviglioso Greenwich Village, confrontandosi nel quotidiano rispetto le loro differenze: lei così spontanea e frizzante, lui serioso e convenzionale. La crisi è a un passo e Paul passa una notte ubriacandosi e camminando a piedi nudi nel parco, un gesto di libertà e leggerezza. A fare da sfondo è l’autunno e quei colori che hanno reso iconico e senza tempo lo stile dei due protagonisti, avvolti nei loro trench e cappotti color cammello, in un’atmosfera che sa di cannella, romanticismo e semplicità.

5) Nightmare Before Christmas

Jack il Re delle zucche. Fonte: za-ign.com

Lasciamo gli ambienti familiari e reali per approdare nello stop-motion del geniale Tim Burton, regista del capolavoro Nightmare Before Christmas. Film cult e decisamente azzeccato per la notte di Halloween, Burton ci racconta la storia di come il re delle zucche, Jack Skeleton, fosse tanto affascinato dalla gioia del Natale da volersene appropriare, portando il caos e scompiglio. Una curiosità ci viene rivelata dallo stesso regista che racconta di come gli fosse venuta l’idea per l’originale sceneggiatura osservando la velocità con cui gli addobbi per la festività di Halloween sulle vetrine e gli scaffali dei negozi, venissero poi sostituite da quelle natalizie subito dopo il 31 ottobre. Non vi resta che prendere il pigiama più caldo che avete e mangiare una fetta di torta alla zucca perché “bimbi e bimbe di ogni età, ecco qualcosa che vi stupirà!”.

Dunque, che siate amanti di un romanticismo raffinato e ironico o delle ambientazioni pastello di Wes Anderson o di quelle più dark marcatamente burtoniane, questi cinque film si combinano alla perfezione a una giornata d’autunno facendovi riscoprire i piccoli piaceri della vita, tra un sorriso e una riflessione, riscoprendo il tepore e l’atmosfera che un pomeriggio domestico e un bel tè possono offrire.

 

Immagini di copertina: © vanityfair.com,  © gatto999.it
© riproduzione riservata