Ci ha commosso nei panni dell’autistico Arnie Grape (Buon compleanno Mr. Grape) e ha fatto innamorare milioni di ragazze nelle vesti di un Romeo postmoderno, urban poet di Verona Beach (Romeo + Giulietta). Ha ritratto una stupenda Kate Winslet (nuda!) per poi vedersi soffiar via il posto sulla tavola galleggiante – un’ingiustizia dalla quale non ci siamo ancora ripresi – (Titanic). Ha vissuto in un’isola segreta della Thailandia (The Beach) ma poi ha girato il mondo in aereo nei panni del geniale falsario Frank Abagnale Jr. (Prova a prendermi), prima, e in quelli dell’aviatore e regista Howard Hughes poi (The Aviator). Ha combattuto nella Grande Mela contro il macellaio Daniel Day-Lewis (Gangs of New York) e a Boston contro la mala irlandese capeggiata da Frank Costello (The Departed), facendo una puntatina anche in Sierra Leone per sventare un traffico di diamanti (Blood Diamond) per diventare, infine, un marito ipocrita a Revolutionary Road.

Pazzo (?), “estrattore” di sogni, schiavista, milionario, broker, cacciatore di pelli.

Chi è davvero Leonardo DiCaprio?

Leonardo DiCaprio in “Romeo + Juliet” di Baz Luhrmann. Fonte: fanpop.com

Attore prediletto di Martin Scorsese, che proprio grazie a lui è riuscito a scrollarsi di dosso la fama di “biondino con gli occhi azzurri” (no, non vale solo per le donne) che alla fine degli anni ’90 lo rendeva protagonista di tutte le copertine dei giornali di gossip, per entrare nell’olimpo di Hollywood. La sua versatilità gli ha permesso di interpretare personaggi estremamente diversi tra loro con risultati sempre di altissimo livello, arrivando finalmente a conquistare l’ambita statuetta agli Oscar 2016 per The Revenant di Alejandro González Iñarritu.

Grande amico della collega Kate Winslet e attivista per la salvaguardia ambientale (ha fondato nel 2008 l’organizzazione no-profit Leonardo DiCaprio Foundation), l’attore è famoso anche per la predilezione per le bionde top model e gli ingegnosi escamotage per nascondersi dai paparazzi, nonché per essere il protagonista di alcuni tra i più bei meme degli ultimi anni.

I travestimenti anti-paparazzo. Fonte: knowyourmeme.com

In attesa di vederlo nel nuovo film di Quentin Tarantino Once upon a time in Hollywood – in uscita negli Stati Uniti a luglio 2019 – abbiamo scelto 3 film molto diversi tra loro dove è impossibile non amarlo.

1) DJANGO UNCHAINED (2012)

Fonte: youtube.com

Prima collaborazione con Tarantino che in questo film omaggia Sergio Corbucci e il suo Django (1966) introducendo anche un cameo di Franco Nero. DiCaprio è lo spietato e malvagio Calvin J. Candie, proprietario di Candyland, un immenso possedimento nel quale si trova la schiava Broomhilda (Kerry Washington), moglie di Django (Jamie Foxx). Pizzetto appuntito, sguardo diabolico e ottimo accento del Sud, l’attore è perfetto nel suo ruolo di sadico schiavista.

Curiosità: nella scena in cui il sig. Candie, analizzando un teschio umano, smaschera il piano del dottor Schultz (Christoph Waltz) e di Django, DiCaprio continuò a recitare nonostante si fosse ferito alla mano, contribuendo in questo modo a rendere la scena ancor più realistica.

2) THE WOLF OF WALL STREET (2013)

Fonte: ilcartello.eu

Un anno dopo è Jordan Belfort, uno spregiudicato broker newyorkese in The Wolf of Wall Street, tratto dall’autobiografia dello stesso Belfort. DiCaprio si trasforma nel perfetto milionario, sguazzando in una vita di eccessi basata sull’uso spropositato di droghe, sul sesso e sulla disonestà come mantra. Parola d’ordine? Soldi.
Alla sua 5a collaborazione con Scorsese e 5candidatura agli Oscar, l’attore è indimenticabile nella scena in cui, sotto l’effetto di un quantitativo enorme di droga e quasi paralizzato, tenta in ogni modo di raggiungere la macchina e tornare a casa.

Curiosità: Leonardo DiCaprio non ha mai fatto uso di sostanze stupefacenti. Il vero Jordan Belfort dovette insegnargli come fingere di drogarsi.

3) THE AVIATOR (2004)

Fonte: lascimmiapensa.com

Sempre diretto da Scorsese, DiCaprio è Howard Hughes: imprenditore, regista e produttore cinematografico con la passione per l’aviazione. Compagno di Katharine Hepburn (Cate Blanchett), prima, e di Ava Gardner (Kate Backinsale) poi e affetto da disturbo ossessivo-compulsivo, Hughes è anche il carismatico proprietario di una compagnia aerea con la quale sperimenterà vari modelli di aeroplano riuscendo a fare il giro del mondo in soli 4 giorni (battendo il record precedente). DiCaprio riesce a coinvolgerci sul crescendo di ossessioni e paranoie del suo personaggio fino a farcelo percepire con compassione e comprensione.

Curiosità: solo due anni prima l’attore aveva interpretato Frank Abagnale Jr. che, tra le varie identità, si era finto anche pilota della Pan Am, la compagnia aerea rivale della TWA di Hughes.

© riproduzione riservata