Sono appena state rese note le nomination ufficiali per gli Oscar 2020 e l’unica domanda che ci viene in mente è: De Niro, dove sei?

Sarà lui, infatti, il grande assente di questi premi Oscar. Nessuna nomination per Bob, nonostante la sua interpretazione – insieme a quella di Al Pacino e Joe Pesci, loro sì, candidati come miglior attore non protagonista – in The Irishman di Martin Scorsese sia stata eccezionale come sempre. La gang di Scorsese rimane a corto di un membro, ma diciamolo… De Niro non ha bisogno di un Oscar per essere De Niro!

Joaquin Phoenix è Joker nell’omonimo film di Todd Phillips

Joker di Todd Phillips, invece, sbanca tutto con ben 11 nomination (tra cui miglior film, miglior regista e miglior attore protagonista), ma onestamente non ci aspettavamo niente di meno. Joker è strepitoso, ci ha lasciati a bocca aperta e l’interpretazione di quel camaleonte di Joaquin Phoenix regge da sola tutto il film. Ma a proposito del buon Phoenix ci sorge un altro dubbio: sarà rilasciato in tempo per partecipare alla premiazione? Speriamo di sì!

Seguono a ruota con 10 nomination The Irishman, C’era una volta…a Hollywood di Quentin Tarantino e 1917 di Sam Mendes. Quest’ultimo un film che parla della guerra (ancora?) e che uscirà in un periodo quantomeno sensibile, per usare un eufemismo, su quest’argomento. Staremo a vedere cosa ci riserverà il regista di American Beauty e Revolutionary Road.

E ancora sulla guerra, se così si può dire, è il Jojo Rabbit del regista neozelandese Taika Waititi (Thor: Ragnarok) che arriva a 7 nomination nelle varie categorie (tra cui miglior film). Una black comedy sul nazismo dove la satira si mescola al dramma della guerra e in cui un bambino ha come amico immaginario niente di meno che Adolf Hitler in persona! Finalmente una novità, una ventata d’aria fresca nel genere, che ci ricorda un pochino Bastardi senza gloria.

Taika Waititi (a sinistra) è Hitler in “Jojo Rabbit”

Se nella categoria miglior film la competizione è alle stelle – concorrono anche Ford v Ferrari, Marriage Story, Parasite e Piccole Donne – così non sarà, probabilmente, in quella per miglior attore protagonista. Tolto di mezzo Robert De Niro e forti del fatto che Leonardo Di Caprio ormai il suo Oscar l’ha vinto e se ne riparlerà tra una cinquantina d’anni (si scherza, Leo!), la vera sfida dovrebbe essere tra il già citato Joaquin Phoenix e Adam Driver che con la sua interpretazione in Marriage Story ha definitivamente consacrato la sua bravura. Anche se in agguato c’è pure Antonio Banderas, davvero bravissimo nel nuovo film di Pedro Almodóvar Dolor y Gloria.

Ma in fondo lo sappiamo tutti chi vincerà.

Così come sospettiamo che l’ambita statuetta come miglior attrice potrebbe andare a Renée Zellweger per Judy (ahinoi), anche se incrociamo le dita e speriamo se la aggiudichi Scarlett Johansson che ci ha sorpresi positivamente.

Nessun dubbio invece per la migliore attrice non protagonista: per noi sarà Laura Dern. Immensa in Marriage Story (e infatti ha vinto il Golden Globe), come dopo tutto in tutti gli altri film o serie TV a cui partecipa. Indimenticabile Renata Klein in Big Little Lies, Laura Dern sta vivendo una rinascita cinematografica dopo i grandi successi degli anni ’90 con David Lynch (Velluto Blu), Steven Spielberg (Jurassic Park) e Robert Altman (Il dottor T e le donne). Ora è al cinema come madre delle quattro sorelle March in Piccole Donne di Greta Gerwig e noi non potremmo essere più felici della sua “seconda vita” cinematografica.

Laura Dern in “Marriage Story” di Noah Baumbach

Un bello stallo alla messicana lo incontriamo tra i migliori attori non protagonisti. Chi si aggiudicherà la statuetta tra Joe Pesci, Al Pacino e Brad Pitt? Sì, ci sono anche Anthony Hopkins e Tom Hanks, però dai la vera tenzone è tra i primi tre, ammettiamolo.

Gli Oscar 2020 si terranno sempre al Dolby Theatre di Los Angeles la notte del 9 febbraio e saranno di nuovo senza un presentatore ufficiale.

Vediamo tutte le nomination suddivise per categorie:

Miglior film
1917
The Irishman
Piccole donne
Jojo Rabbit
Joker
Storia di un matrimonio
C’era una volta… a Hollywood
Parasite
Le Mans 66 – La grande sfida

Miglior regia
Martin Scorsese per The Irishman
Sam Mendes per 1917
Quentin Tarantino per C’era una volta… a Hollywood
Bon Joon Ho per Parasite
Todd Phillips per Joker

Miglior attore protagonista
Joaquin Phoenix per Joker
Adam Driver per Storia di un matrimonio
Leonardo DiCaprio per C’era una volta… a Hollywood
Jonathan Pryce per I due papi
Antonio Banderas per Dolor y Gloria

Miglior attrice protagonista
Scarlett Johansson per Storia di un matrimonio
Saorsie Ronan per Piccole donne
Charlize Theron per Bombshell
Renee Zellweger per Judy
Cynthia Erivo per Harriett

Miglior attore non protagonista
Tom Hanks per Un amico straordinario
Anthony Hopkins per I due papi
Al Pacino per The Irishman
Joe Pesci per The Irishman
Brad Pitt per C’era una volta… a Hollywood

Miglior attrice non protagonista
Laura Dern per Storia di un matrimonio
Scarlett Johansson per Jojo Rabbit
Margot Robbie per Bombshell
Kathy Bates per Richard Jewell
Florence Pugh per Piccole donne

Miglior sceneggiatura originale
C’era una volta… a Hollywood
Storia di un matrimonio
Parasite
Cena con delitto – Knives Out
1917

Miglior sceneggiatura non originale
Jojo Rabbit
Joker
Piccole donne
The Irishman
I due papi

Miglior film di animazione
Dov’è il mio corpo?
Klaus
Dragon Trainer – Il mondo nascosto
Toy Story 4
Missing Link

Migliore film straniero
Les Misérables (Francia)
Honeyland (Macedonia del Nord)
Corpus Christi (Polonia)
Parasite (Corea del Sud)
Dolor y Gloria (Spagna)

Miglior documentario
American Factory
The Cave
The Edge of Democracy
For Sama
Honeyland

Miglior cortometraggio documentario
In the Absence
Learning to Skateboard in a Warzone (Id You’re a Girl)
Life Overtakes Me
St. Louis Superman
Walk Run Cha-Cha

Miglior cortometraggio
Brotherhood
Nefta Football Club
The Neighbor’s Widow
Saria
A Sister

Miglior cortometraggio animato
Dcera
Hair Love
Kitbull
Memorable
Sister

Migliore colonna sonora
Joker
Piccole Donne
Storia di un matrimonio
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Migliore canzone originale
“I’m Standing With You” da Atto di fede
“Into the Unknown” da Frozen II – Il segreto di Arendelle
“Stand Up” da Harriet
“(I’m Gonna) Love Me Again” da Rocketman
“I Can’t Let You Throw Yourself Away” da Toy Story 4

Miglior fotografia
1917
C’era una volta… a Hollywood
Joker
The Irishman
The Lighthouse

Miglior effetti speciali (“visual effects”)
Avengers: Endgame
The Irishman
Il re leone
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Miglior trucco e acconciature
Bombshell
Joker
Judy
Maleficent – Signora del Male
1917

Migliore scenografia
The Irishman
1917
C’era una volta… a Hollywood
Parasite
Jojo Rabbit

Migliori costumi
Joker
Piccole donne
C’era una volta… a Hollywood
The Irishman
Jojo Rabbit

Miglior montaggio
Le Mans 66 – La grande sfida
The Irishman
Parasite
Jojo Rabbit
Joker

Miglior sonoro (“sound editing”)
1917
Le Mans 66 – La grande sfidaJoker
C’era una volta… a Hollywood
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Miglior montaggio sonoro (“sound mixing”)
1917
Le Mans 66 – La grande sfidaJokerC’era una volta… a Hollywood
Ad Astra

 

 

© riproduzione riservata