Da sabato 22 giugno fino a domenica 30 giugno 2019 Piazza Maggiore di Bologna verrà temporaneamente “ribattezzata” Piazza del Cinema. Infatti anche quest’anno torna la tanto attesa manifestazione “Il Cinema Ritrovato”, che pertanto raggiunge la sua 33° edizione. Concluso il festival vero e proprio tuttavia si proseguirà ugualmente con le proiezioni cinematografiche fino a mercoledì 14 agosto, così da poter accompagnare tutta l’estate bolognese.

La rassegna dedicata alla settima arte è nata con l’intento di offrire al pubblico appassionato l’opportunità di riscoprire – o di ritrovare, come appunto ci suggerisce il titolo – quelle pellicole che sono poco note al grande pubblico e che si fanno fatica a reperire nelle cineteche o negli archivi così da far rivivere capolavori che sono rimasti per troppo tempo celati agli occhi dei cinefili.

Francis Ford Coppola. Fonte: commons.wikimedia.org © World Travel & Tourism Council

Oltre alle classiche sale cinematografiche, che saranno in tutto sei, gli appassionati del grande schermo si potranno dilettare anche all’aria aperta. Le location saranno due: la prima è la già citata e suggestiva cornice di Piazza Maggiore, con un grande maxi schermo; mentre la seconda è Piazza Pasolini, dove torneremo indietro nel tempo dato che tutti i film saranno mostrati grazie ad un autentico proiettore a carbone d’epoca, una vera rarità.

L’appuntamento estivo, organizzato dalla Cineteca del Comune di Bologna, prevede ben 500 proiezioni, dalla mattina fino alla notte. E gli ospiti, anche quest’anno, saranno quelli delle grandi occasioni.

Lina Wertmüller. Fonte: commons.wikimedia.org

Iniziando con gli artisti internazionali presenti ricordiamo, in ordine cronologico: il regista danese Nicolas Winding Refn che, venerdì 21 giugno, presenterà il suo Drive, film del 2011 che ha vinto il Premio alla Migliore Regia al Festival di Cannes; venerdì 28 giugno presenzierà il celebre regista americano d’origini italiane Francis Ford Coppola, che ci presenterà il suo pluripremiato Apocalypse Now nella sua versione final cut; il francese Nicolas Seydoux, sabato 29 giugno, presenterà il film “Il piacere” di Max Ophüls; domenica 30 giugno sarà la volta della regista neozelandese Jane Campion, la prima ed unica donna ad aver vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes, per presentare il suo Lezioni di piano; domenica 7 luglio, infine, sarà presente un altro grande nome della cinematografia mondiale: Oliver Stone presenterà il suo The Doors, film biografico dell’omonima band statunitense.

Passando al cinema aldiquà delle Alpi non si può che iniziare in bellezza: lunedì 1° luglio Bologna avrà l’onore di ospitare la grande e intramontabile Lina Wertmüller, che l’Academy di Los Angeles celebrerà con un Premio alla Carriera il prossimo 27 ottobre; sabato 13 luglio sarà la volta dell’attrice Paola Cortellesi che presenterà la commedia leggera Come un gatto in tangenziale mentre il giorno successivo Riccardo Scamarcio ci parlerà dei segreti della fortunata serie tv Romanzo Criminale.

Oliver Stone. Fonte: commons.wikimedia.org © Gage Skidmore

Da segnalare e da non lasciarsi sfuggire, infine, l’omaggio al grande e poliedrico attore napoletano Eduardo De Filippo,  in occasione quest’anno del 35° anniversario della scomparsa, e i due imperdibili cine-concerti: in Piazza Maggiore verranno proiettati Il Circo di Charlie Chaplin e Il cameraman di Buster Keaton accompagnati dalle musiche suonate in diretta dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna.

Per rimanere aggiornati sugli orari, le date e i luoghi delle proiezioni consigliamo di consultare il programma sul sito ufficiale del festival.

Immagine di copertina: Una veduta di Piazza Maggiore durante la manifestazione “Il Cinema ritrovato”. Fonte: commons.wikimedia.org
© riproduzione riservata