Notizie e rassegne

Franca Valeri: addio alla regina dello humor

Si è spenta oggi, dopo aver compiuto 100 anni il 31 luglio scorso, Franca Valeri, ideatrice di un teatro fatto per divertire ma anche per pensare di - 09.08.2020

Sagace, divertente, intelligente. In arte Franca Valeri (omaggio al poeta francese Paul Valéry) all’anagrafe Franca Maria Norsa, nata a Milano il 31 luglio 1920, attrice, autrice, regista e sceneggiatrice, si è spenta stamattina nella sta casa di Roma.

” Ho sempre sfruttato il mio senso dell’umorismo, la mia ironia, la mia passione per osservare e scrivere del mondo che mi circonda”.

Ideatrice de Il teatro dei Gobbi negli anni ’40 assieme a Alberto Bonucci (poi sostituito da Luciano Salce) e Vittorio Caprioli.

All’impegno teatrale seguì quello cinematografico. Al cinema a dirigerla saranno Fellini, Lattuada, Risi, Emmer e Caprioli.

Nel 1950 debutta nel cinema con Luci del varietà, accanto ad una giovanissima Sophia Loren. Da questo primo incontro si nota una dinamica tipica dei film della Valeri: da una parte c’è la maggiorata degli anni ’50, in questo caso la Loren, bellezza florida e accogliente che placa la fame degli anni della guerra, dall’altra parte c’è la Valeri che punta sulle battute e quella voce che non lascia scampo al maschio di turno.

Franca Valeri insieme a Sophia Loren ne Il Segno di Venere ©IMDb

In un panorama cinematografico maschilista risulta alquanto difficile per una donna entrarvi a farne parte. Mentre l’uomo è in vista, protagonista sia davanti che dietro le telecamere, la donna è dietro, accanto ma sempre tenuta a bada con personaggi secondari, da spalla.

La Valeri incarna una donna fuori dai cliché. La troviamo a capo di aziende (Il vedovo), scrittrice per la rubrica più famosa del giornale (Piccola Posta), una moglie di polso che chiama il marito Cretinetti. Incarna la moglie rompiscatole che tormenta il marito in quanto sempre un passo avanti a lui, la segretaria o lavoratrice preparatissima e sempre puntuale (Il moralista), la single impenitente i cui sogni d’amore vengono spesso disillusi, una che cerca di fregare l’uomo (Il bigamo), la società (Crimen), una che dice spesso ciò che pensa senza prestare attenzione alla durezza delle proprie affermazioni.

Per tutti gli anni ’50 la Valeri è spesso al fianco di Alberto Sordi, coetaneo romano,  con il quale mette in scena momenti indimenticabili.

Simbolo anche della storia della televisione. Negli anni ’60  in programmi come Studio Uno, con il suo celebre caschetto ha avuto dalla sua una presenza scenica insuperabile che l’ha sempre resa perfetta in ogni ruolo, protagonista della commedia all’italiana, capace di descrivere vizi e virtù.

Una donna che per la prima volta ha puntato lo sguardo e ha raccontato con feroce ironia i vaneggiamenti di tante donne scompensate da una modernità improvvisa, rivoluzionando la comicità femminile.

Con la prefazione di Lella Costa, il 2 Luglio 2020 è uscito il libro ” Tutte le Commedie” edito La Tartaruga,  in cui sono stati raccolti, per la prima volta, tutte le sue commedie e gli sketches.

Franca Valeri

Franca Valeri – Tutte le Commedie edito La Tartaruga

Di seguito la programmazione televisiva a lei dedicata:

31 LUGLIO
8.30 Rai Premium – “A modo mio”, un’intervista intima realizzata da Memo Remigi nel 1977
10.50 Rai Movie – Film ‘Un eroe dei nostri tempi
12.20 Rai Movie – Film ‘La ragazza del palio
21:10 Cine34 – FIlm ‘Parigi, o casa
21.15 Rai 5 – documentario ‘In scena Franca Valeri’ e a seguire l’one woman show del 1993 “Le donne
21:20 Rai Premium – Film ‘Gli onorevoli
1 AGOSTO
15:00 Rai 3 – Film ‘Il segno di Venere
© riproduzione riservata
Commenta