Che cos’è ‘Bring The Doc Home’

È vero: la quarantena sembra non finire mai e la noia di un’esistenza passata tra frigo, divano, computer e tanta (forse troppa) televisione comincia a farsi sentire per tutti. Tuttavia, le iniziative in nostro soccorso continuano a moltiplicarsi e, se la lista dei “Film da vedere ora che sei a casa” si è ormai conclusa da un pezzo, Bring The Doc Home di Sole Luna Doc Film Festival è la soluzione che aspettavamo.

L’iniziativa – nata per portare il cinema del reale nelle case durante l’isolamento da emergenza Covid-19 – era stata lanciata lo scorso 13 marzo, rendendo disponibile sul sito dieci film, che sin da subito hanno registrato un traffico di circa 21 mila utenti. Ora il progetto si allarga con l’aggiunta di altri cinque documentari (uno al giorno, fino al 3 aprile).
Queste proposte si vanno ad aggiungere ad una piattaforma già colma di progetti e che vanta un archivio invidiabile con quasi novemila documentari provenienti da tutto il mondo.

Credit: solelunadoc.org

I documentari da vedere fino al 3 aprile

I nuovi documentari raccontano vite straordinarie, come quella di Arturo Usai, raccontata in Arturo Torna dal Brasile. Medico e operatore cinematografico, Usai emigrò alla fine della seconda guerra mondiale in Brasile, dove divenne un celebre cineoperatore e lavorò con molti divi di Hollywood. Dopo 13 anni in Sud America, tornò in Sardegna per fare il medico.

Khaoula, cantante marocchina che vive in Spagna, ha realizzato un documentario (Fairy Tales) che l’ha portata sulla sponda araba del Mediterraneo. Qui, Khaoula ha raccolto storie di economia sostenibile e ha scoperto quante siano ancora le difficoltà da affrontare per chi è di nazionalità marocchina, nonostante il trattato di Barcellona.
Invece, Dark Waters esplora la quotidianità di una comunità rurale di un remoto angolo del mondo, come quella di un villaggio immerso nella foresta tropicale della Guyana francese.

Bring The Doc Home

Frame dei nuovi film in programmazione – Credit: solelunadoc.org

In Bring The Doc Home ci sono anche due film vincitori di numerosi premi internazionali e che affrontano il delicato e affascinante tema della maternità. Il primo è Happy Today, ambientato in Uganda e vincitore del premio “Rubino Rubini” al Sole Luna Festival 2018. L’altro si intitola A mother’s dream– Ma na sapna ed è un ritratto di sei donne nel loro cammino di madri surrogate in India. Il film è stato proiettato a vari festival internazionali, come Visions du Réel, One World e DokFest; inoltre, ha vinto il “Best Photography and Audience Award” al Sole Luna Film Festival nel 2015.

Questa selezione ricercata di documentari dà ulteriore spessore ai dieci film già disponibili sulla piattaforma. Tra questi ci sono: Bring the Sun Home (che ha ispirato lo slogan dell’iniziativa), Born in Gambia, Pellegrino Naoshima.

#IORESTOACASA a vedere documentari, e tu?

Credit immagine di copertina: solelunadoc.org
© riproduzione riservata