Arrivato alla 17a edizione, l’Ischia Film Festival è tornato anche quest’anno nella bellissima cornice del Castello Aragonese dell’isola partenopea. Dal 29 giugno al 6 luglio, grazie al grande lavoro dei direttori artistici Michelangelo Messina e Boris Sollazzo, ci saranno incontri, premiazioni, mostre e tantissime altre occasioni per vivere da protagonisti il cinema in tutte le sue forme.

Con il festival torna anche la sezione Best Of, il meglio del cinema italiano della stagione. Una vetrina che in sette giorni porterà registi, attori, sceneggiatori, produttori a incontrarsi a Ischia per parlare dello stato di salute della nostra industria e per presentarlo al pubblico. Un momento importante, che ha fatto diventare l’Ischia Film Festival un evento attesissimo in tutto l’arcipelago campano e uno degli appuntamenti più importanti del panorama festivaliero cinematografico italiano.

Saranno quindi tantissime le star del cinema nostrano che calcheranno la passerella del Castello. Dopo Gabriele Salvatores e altri grandi nomi del cinema internazionale come John Turturro, Peter Greenaway e il Maestro Giuliano Montaldo, quest’anno il premio alla carriera va Valerio Mastandrea e Michele Placido: al primo verrà reso omaggio con l’anteprima mondiale di Stupor Mundi, versione cinematografica del suo spettacolo su Federico II di Svevia, mentre con Valerio Mastandrea si parlerà della sua opera prima dietro la macchina da presa, Ride. Alessandro Borghi, invece, riceverà l’Ischia Film Award, un riconoscimento a un attore che negli ultimi anni ha letteralmente incarnato il cinema italiano, con una professionalità e una passione non comuni.

Tra gli altri, in ordine sparso: Chiara Martegiani, Luca Argentero, Lillo Petrolo, Violante Placido, Alice Rohrwacher, Walter Veltroni – che ha aperto il festival il 29 giugno con C’è Tempo -, Stasi & Fontana, Vinicio Marchioni, Massimiliano Bruno, Ilenia Pastorelli, Edoardo De Angelis, Pina Turco, Costanza Quatriglio, Sara Serraiocco, Wilma Labate, Nicola Guaglianone, Marina Confalone, Cristina Donadio, Alvaro Vitali, Paolo Calabresi e i Casa Surace.

Tutti insieme per presentare e parlare dei loro film, un cartellone che prevede i seguenti titoli:

Arrivederci Saigon (Italia, 2018) di Wilma Labate

Bentornato Presidente (Italia, 2019) di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi

C’è tempo (Italia, 2019) di Walter Veltroni

Copperman (Italia, 2019) di Eros Puglielli

Domani è un altro giorno (Italia, 2019) di Simone Spada

Drive me home (Italia, 2018) di Simone Catania

Lazzaro Felice (Italia, Svizzera, Francia e Germania, 2018) di Alice Rohrwacher

Ma cosa ci dice il cervello (Italia, 2019) di Riccardo Milani

Modalità aereo (Italia, 2019) di Fausto Brizzi

Moschettieri del re – La penultima missione (Italia, 2018) di Giovanni Veronesi

Non ci resta che il crimine (Italia, 2019) di Massimiliano Bruno

La paranza dei bambini (Italia, 2019) di Claudio Giovannesi

Ride (Italia, 2018) di Valerio Mastandrea

Sembra mio figlio (Italia, 2018) di Costanza Quatriglio

Sulla mia pelle (Italia, 2018) di Alessio Cremonini

L’uomo che comprò la luna (Italia, 2019) di Paolo Zucca

Il viaggio di Yao (Francia e Senegal, 2018) di Philippe Godeau

Il vizio della speranza (Italia, 2018) di Edoardo De Angelis

Come sempre non mancherà il consueto appuntamento con il convegno che fa il punto annuale sul  Cineturismo, in Italia e in Europa, presieduto da Michelangelo Messina, pioniere nel campo della valorizzazione del territorio e dell’indotto attraverso le location.

La diciassettesima edizione dell’Ischia Film Festival si terrà dal 29 giugno al 6 luglio 2019, realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema, della Regione Campania, del Comune d’Ischia, e con il sostegno di Campari, BPER Banca, Artisti 7607 e Mini.

Qui il programma completo della manifestazione.

Immagini: © IIF – Ischia Film Festival
© riproduzione riservata